Nuova tecnica per la Scuola: ring sling davanti

Novità in casa Centro Studi Scuola del Portare-Italian Babywearing School: viene introdotta la “Ring sling davanti” con i neonati.

La decisione di aggiungere questa tecnica a quelle trasmesse dalla Scuola del Portare è frutto di un lavoro di equipe durato diversi mesi, dove Gruppo tecnico, coordinato da Ester Ferrino ed Elisa Valzan, in collaborazione con gli specialisti, hanno avviato una sperimentazione con un gruppo di studio composto da alcune Babywearing Educator.

La tecnica è stata studiata in prima battuta dal Gruppo tecnico insieme a Guido Viola (Neuropsicomotricista e Osteopata di riferimento della Scuola) e Antonella Gennatiempo confrontandosi sulla postura del bambino, sugli scarichi del portato e portatore, ponendo l’attenzione sulle criticità della legatura e in che modo poterli risolvere per rendere la legatura sicura, fruibile e idonea alla sperimentazione del gruppo di ‘Prova’.

Stilate le linee guida, viene avviato un ‘tester group’ in cui le consulenti partecipanti erano tenute a trasmettere la tecnica in consulenza a genitori con bebè nel primo mese di vita, facendola apprendere da entrambi i lati per non incorrere in scompensi posturali essendo una legatura monospalla.

Dopo 1 mese è stato richiesto al genitore la compilazione di un questionario con domande inerenti le modalità di utilizzo della Ring Pancia a Pancia, le difficoltà, punti di forza ed informazioni posturali.

I dati raccolti sono stati per la maggioranza positivi, sia nell’utilizzo pratico

della legatura sia dal punto di vista posturale, anche in quei soggetti che presentavano a monte delle piccole patologie fisiche.

La soggettività degli elementi raccolti è stata rafforzata e confermata dai dati oggettivi emersi dal lavoro svolto in studio dal neuropsicomotricista e osteopata Guido Viola e dalla neuropsicomotricista Ilaria Certoma’ sulla pedana Barapodometrica. L’esame baropodometrico permette lo studio del carico del piede ed eventuali disturbi del sistema muscolo-scheletrico che possono coinvolgere ginocchia, piedi e colonna dati da una cattiva postura (magari anche da un carico errato nel portare).

Seppur il numero di analisi effettuate (n°15) non fosse elevato, i risultati emersi sono stati che: portare in fascia ring con utilizzo del flip in appoggio monospalla, per un breve periodo e con alternanza della spalla, non ha ripercussioni posturali importanti, per tanto il portare con la ‘ring pancia a pancia’ con il flip dalla nascita, non è una controindicazione .

Andrebbe consigliato altresì, (visto il risultato correttivo di alcune analisi), nei casi in cui vi siano degli squilibri posturali di ipercarico maggiore in un emilato, una valutazione Osteopatico posturologica per andare ad utilizzare questa legatura asimmetrica come forma di stimolo propriocettivo per il corpo.

In conclusione a quanto raccolto, Antonella Gennatiempo, insieme a tutto il Polo Didattico del Centro Studi, ha accolto in modo favorevole l’introduzione di questa nuova tecnica, in quanto è stata supportata da dati oggettivi scientifici e soggettivi sulla reale utilità della Ring pancia a pancia’ con i bebè.

Le sperimentazioni scientifiche non terminano certo qui; da sempre la Scuola del Portare cerca di adottare questo ‘modus operandi’ in tutte le cose che propone. Da Gennaio, per citare un altro esempio, verrà avviato uno studio, sempre in collaborazione con lo staff medico, per comprendere meglio gli scarichi sul bebè in mono e triplo strato con fascia di tessuto come anche il fronte mondo e il portare i neonati sulla schiena. Come sapete ci sono scuole di pensiero differenti e come Centro Studi si sente l’esigenza, anche in questo caso, di avere un riscontro scientifico per comprendere cosa e quando proporre una tecnica piuttosto che un’altra, in virtù anche dei pilastri storici della nostra formazione che ci hanno da sempre contraddistinto: 1) osservazione fenomenologica 3) ascolto empatico 3) analisi dei bisogni paralleli.

Colgo l’occasione per ringraziare per il meraviglioso lavoro svolto insieme: Ester Ferrino, Elisa Valzan, Guido Viola; Ilaria Certoma’, Noemi Gravagnano, Deborah Tucci, Chiara Marzari Amoroso, Elena Napolitano, Daria Sbergamo, Dora Viapiana, Ilaria Cardinali, Laura Carta, Valentina Bassignani, Concetta Assennato e Laura Angela Zappalà, Chiara Lo Nardo per i dati da loro raccolti.

Antonella Gennatiempo

 

 

paziente senza bambola
Spalla Dx bambola 3,500

 

Spalla Sx bambola 2,500
Spalla Sx bambola di 3,5
Condividi l'articolo se ti è piaciuto
Default image
admin