PORTARE SOSTEGNO

 la comunicazione nel sostegno alla relazione genitori-figli 

 

Finalità

Questo percorso formativo è rivolto ai consulenti del portare, ai professionisti della relazione d’aiuto, agli operatori del settore donne e famiglia.

Si articola in due workshops di 12h ciascuno nella formula week end (Sabato e Domenica).
Intende fornire le principali abilità della comunicazione, ed elementi di counselling, ascolto e capacità motivazionale, volti a migliorare l’efficacia e la qualità dei propri interventi di sostegno nella relazione d’aiuto.

Gli elementi di counselling, ascolto e capacità motivazionale nella consulenza offrono uno strumento per:
riconoscere e trasformare le piccole-grandi difficoltà dei neo genitori,
favorire la nascita e la realizzazione della relazione genitore-bambino,
avviare e sostenere i processi di empowerment che generino benessere e soddisfazione, tanto a livello individuale quanto genitoriale,
ri-scoprire i talenti e trasformarli in risorsa

L’efficacia della comunicazione permette di:

mettere la “persona al centro” attraverso un contatto empatico ed accogliente,
conoscere il Sé personale come strumento di sostegno e divenire agente del cambiamento,
identificare le esigenze personali tramite l’ascolto attivo
garantire la qualità nella presenza che faciliti il contatto con le risorse personali ed esistenziali,
generare risposte adeguate allo sviluppo delle potenzialità individuali/intersoggettive
portare attenzione agli ideali e ai valori etici che appartengono alla dimensione intima della persona

Obiettivi didattici

fornire le basi, nel lavoro di consulenza, secondo il modello psicosintetico:

processo auto-tras-formativo, circolare e continuo, che si articola in tre fasi: “Conosci te stesso, possiedi te stesso, trasforma te stesso”

fornire gli strumenti per migliorare la qualità e l’efficacia degli interventi di sostegno relazionale

identificare e riconoscere i comportamenti che facilitano lo sviluppo di un ‘clima facilitante’ e orientano la relazione al benessere e alla qualità

porre ‘la persona al centro’: sviluppare le competenze comunicative di contatto / empatia che consentono di costruire una consulenza efficace centrata sulle esigenze della persona che la riceve

sviluppo personale/professionale: sviluppare le competenze di automonitoraggio / autoregolazione dell’esperienza al fine di prevenire lo sviluppo di stress/burnout e facilitare il processo di sviluppo personale / professionale

Contenuti

Introduzione al modello psicosintetico – Essere nella relazione per trasformarla_(1 & 2)

La comunicazione e la relazione col genitore in consulenza – come promuovere l’empowerment genitoriale

Abilità di portare la riflessione all’interno per promuovere un approccio sicuro, sensibile ed empatico con il genitore – il Sé personale e le mappe psichiche

Prospettiva multifocale e congruente nella comunicazione_(1 & 2): disidentificazione, risonanza ed empatia – il ruolo dell’Osservatore interno; la Volontà di comunicare in modo efficace

Approccio sicuro, sensibile ed empatico con il genitore – introduzione al concetto di Subpersonalità e Animo molteplice e la funzione di Centro Unificatore con l’ambiente esterno

Esercitazioni su casi reali – aspetti salienti osservati, presentatisi durante il percorso formativo/percorso lavorativo

Dove e quando

NAPOLI

modulo I  19-20 maggio 2018 

ore 10-19, 9.30-13.30
via E. Suarez, 38 (c/o l’Arco e la freccia) – Napoli

NAPOLI modulo II 22-23 settembre 2018
ore 10-19, 9.30-13.30
via E. Suarez, 38 (c/o l’Arco e la freccia) – Napoli

 

MILANO

modulo I  23-24 giugno 2018 

ore 10-19, 9.30-13.30
Studio Berkana
via Giulio Romano,9 (zona Porta Romana – Bocconi)

MILANO modulo II 01-02 dicembre 2018
ore 10-19, 9.30-13.30
Studio Berkana
via Giulio Romano,9 (zona Porta Romana – Bocconi)

A chi si rivolge: Il percorso formativo è rivolto ai consulenti del portare, ai professionisti della relazione d’aiuto, agli operatori del settore donne e famiglia

Docente: Francesca Furino, Counsellor Professionista Psicosintetico

Portare con sé i bambini
Il Centro Studi Scuola del Portare® accoglie le mamme ed il bisogno di accudimento dei loro piccoli in fase di allattamento e bisogno di prossimità.
Essendo il lavoro proposto durante i moduli formativi molto intenso, chiediamo di prestare attenzione ad alcuni accorgimenti per mantenere la tranquillità e la concentrazione del gruppo classe:
– I bambini che NON gattonano possono permanere in aula con la madre per esigenze di allattamento.
– Il Centro Studi Scuola del Portare® sceglie le location per la formazione munite di spazi adeguati in cui accogliere eventuali accompagnatori con i bambini mentre la mamma è impegnata nelle attività formative. La mamma potrà lasciare l’aula per accudire il suo bambino ogni qualvolta lo desideri.

Modalità iscrizione:

  1. Compila il modulo
  2. Ricevi la fattura dalla segreteria
  3. Effettua il bonifico
  4. Invia la ricevuta di pagamento a segreteria@scuoladelportare.it

 

Visita anche la pagina Date e Città