Convegno Babywearing

Benvenuti al 1° Convegno Italiano sul Babywearing!

28-29-30 APRILE 2018

Holiday Inn Rome Eur Parco dei Medici | Viale Castello della Magliana, 65 | 00148 Roma | Italia

Tel (+39) 06 65581 ext. 820 | Fax (+39) 06 6537 637 | Cel (+39) 328 2395201

www.holidayinn.com/rome-parcoi


Contatti per informazioni Convegno Babywearing

I consulenti,  gli operatori e i genitori possono scrivere a preiscrizione@scuoladelportare.it per avere maggiori informazioni (pasti, programma nursery, pernottamento, etc…).

Se invece sei un’azienda o un negozio e vuoi partecipare come sponsor al Convegno Babywearing, scrivi un’email a convegnobabywearing@scuoladelportare.it


Il Centro Studi Scuola del Portare® è lieta di invitarVi al 1° Convengo Italiano sul Babywearing con relatori sia nazionali che internazionali, workshop dedicati sia a personale sanitario che ai genitori, diversi stand espositivi con le ditte più conosciute di fasce e supporti ergonomici a Roma il 28-29-30 Aprile 2018.

IL NOSTRO MESSAGGIO

Neonati e bambini sono stati portati dai loro genitori da sempre e ovunque. Ancora oggi in tutto il mondo le culture tradizionali continuano a farlo, mentre in Europa solo dagli anni ‘70 è in atto un ritorno di interesse verso la Cultura del Portare (Babywearing).

Questo riavvicinarsi non è avvenuto per mancanza di alternative, ma perché il portare è stato riconosciuto come un valido strumento di relazione genitore-figlio, pratico e allo stesso tempo efficace.

COSA PROMUOVIAMO?

“ Con questo primo Convegno Italiano sul Babywearing è con immensa gioia che vedo realizzarsi un’ altro piccolo tassello del sogno iniziato 10 anni fa. In  occasione di questo Anniversario ho desiderato organizzare per tutta la comunità Italiana dei Babywearers e per tutti i professionisti sanitari la possibilità di confrontarsi o avvicinarsi al Babywearing. Come dico da anni il  BW non è un qualcosa di “ hippie” ma  é uno “strumento pedagogico” al servizio dei genitori. È un modo di accompagnare il bebè dentro le esperienze, dove Il bambino interagisce con il mondo che lo circonda, nell’abbraccio sicuro del genitore.  – È un essere con il bimbo nel mondo senza metterlo al centro del mondo. In questo senso il Babywearing è una pratica educativa e di accudimento, con effetti benefici sullo sviluppo psicofisico del neonato e sulla relazione genitore-bambino.

In questo spazio e tempo del Convegno avremo modo confrontarci in tavole rotonde  e vedere come  il BW incontra anche le  Esigenze Speciali, come esso se usato da professionisti, formati  in modo opportuno, e da genitori, adeguatamente accompagnati,  sia uno strumento sia pedagogico che terapeutico oltre che un possibilità tangibile di portare un contributo al cambiamento sociale e “ecologico“ del mondo. Perché ? Perché io  insieme a tutte le persone che si formano con noi  siamo profondamente   “Convinti che la cura e la crescita dei nostri figli costituisca la base fondamentale per un domani migliore.” 

Quindi vi aspettiamo per parlare insieme di Babywearing come strumento di con-tatto (di relazione) genitori-bimbi, nell’intento di crescere bambini su una solida base di fiducia, basato su ascolto empatico e rispettoso di quelli che definisco i bisogni paralleli dei genitori e dei bambini.

Per questo il Convegno avrà due momenti uno per gli operatori e l’altro per genitori;

per:

  • sensibilizzare genitori ed operatori al portare come strumento di prevenzione e promozione al benessere, rispetto a problemi e difficoltà nell’infanzia
  • accompagnare e sostenere chi porta i propri bambini.

Buon Babywearing a tutti e vi aspettiamo numerosi !

Antonella Gennatiempo

Dott.ssa in Psicologia, Fondatrice e Direttrice Didattica del Centro Studi  Scuola del Portare®

Holiday Inn Rome Eur Parco dei Medici

Viale Castello della Magliana, 65 | 00148 Roma | Italia

Tel (+39) 06 65581 ext. 820 | Fax (+39) 06 6537 637 | Cel (+39) 328 2395201

www.holidayinn.com/rome-parcoi

Servizio di navetta per tutti gli ospiti residenti da\per aeroporto internazionale di Fiumicino, da\per Centro Città e da\per stazione metro Eur Magliana. Il servizio effettuerà fermate anche presso la Fiera di Roma, garantite solo durante i giorni di Fiera.

Scarica i PDF per maggiori informazioni:


I relatori

Evelin Kirkilionis – Etnologa e biologa : Da oltre vent’anni studia il mondo del babyweraring e dei bisogni dei bambini. Autrice del caposaldo della letteratura sul babywearing “ Ein Baby will getragen sein. Alles über geeignete Tragehilfen un die Vorteile des Tragen”, 1999/2013 Kösel-Verlag, tradotto e pubblicato in inglese nel 2014 dalla casa editrice Pinter & Martin col titolo di “ A Baby Wants to be Carried. Everithing you need to know about baby carriers and the benefits of babywearing”

Prof. Rocco Agostino – Direttore del reparto di Pediatria, Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale (TIN) dell’Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli dell’Isola Tiberina di Roma : Presidente Onorario Associazione “La cicogna frettolosa ONLUS”, Membro del comitato etico dell0ospedale pediatrico Bambin Gesù, Roma.

Willi Maurer – Lavoro emotivo e Corporeo – Doné – Svizzera : Nato nel 1945 nella Svizzera tedesca, vive da tempo nel Canton Ticino. Dal 1981 accompagna singoli e gruppi nello sviluppo del potenziale interiore personale con il Lavoro Emotivo e Corporeo, metodo da lui elaborato che permette di riprendere contatto con gli aspetti rimossi della propria esistenza, di elaborarli e di integrarli. Ha dedicato gran parte della sua vita allo studio e alla sperimentazione di diversi metodi di psicologia umanistica e di terapia (Gestalt, Terapia Primale, Bioenergetica, Feldenkrais) che lo hanno condotto a una intravisione (suo neologismo per indicare la visione d’insieme dei nessi) dell’origine dei conflitti individuali e collettivi. Da dieci anni è impegnato nella rete Holon e incaricato del collegamento tra la sezione italiana e quella tedesca.

Guido Viola – Laureato in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’età evolutiva e diplomato in Osteopatia e Kinesiologia applicata: Da sempre in un’ ottica olistica e biointegrata si occupa di tutti gli aspetti evolutivi andando a specializzarsi tramite un Master in Medicine Naturali. Ha impostato tutta la sua formazione sugli aspetti di sviluppo e ha approfondito le principali patologie neonatali andandole ad integrare la Medicina riabilitativa e Osteopatica. Da svariati anni collabora con medici di Strutture Ospedaliere e con centri di riabilitazione al fine di promuovere tramite il trattamento Osteopatico Integrato la prevenzione di eventuali patologie in età adulta che possono presentarsi per una disfunzione neonatale non trattata. Integra da anni il concetto Osteopatico all’applicazione della fascia e al concetto del babywearing al fine di essere di supporto e aiuto nella risoluzione di pattern disfunzionali.

Giorgia Amicizia – Laureata con lode in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’ Età Evolutiva: Da diversi anni collabora con i più qualificati Centri di riabilitazione accreditati dalla Regione Lazio, occupandosi della valutazione e del trattamento abilitativo del bambino con patologie neurologiche e disturbi dello sviluppo con approccio olistico e globale. Da sempre attenta alle problematiche sociali: nel 2010,in collaborazione con l’associazione EFO e AWA Onlus, diventa responsabile del progetto“AmiciziAbili – l’amicizia che rende abili”- che si occupa della Cooperazione e sviluppo per l’integrazione dei bambini con disabilità realizzato in Senegal. E’ da questa esperienza che entra in contatto con la cultura del “Portare” e decidedi approfondire gli studi riguardanti l’utilizzo della fascia all’interno della riabilitazione, ponendo particolare attenzione agli aspetti emotivi-relazionali nella diade madre/bambino. Nel corso degli ultimi anni la sua formazione si è ampliata al neonato e al lattante attraverso i corsi organizzati dal centro Brazelton presso l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze. Ha intrapreso inoltre il percorso di formazione di insegnante di massaggio infantile (in attesa di diploma C.I.M.I.)

Francesca Furino – Counsellor Professionista ad orientamento psicosintetico; Psicosintesi individuale e di gruppo, progettazione, formazione: Dopo gli studi universitari in traduzione e interpretariato ed una lunga esperienza come assistente ai progetti di sviluppo per la sicurezza agroalimentare presso la FAO delle Nazioni Unite, si perfeziona come professionista nella relazione d’aiuto secondo l’orientamento della Psicosintesi: una visione integrale dell’essere umano, volta alla crescita e allo sviluppo del potenziale, dei valori e degli ideali e degli stati di coscienza più evoluti e creativi. A questo, si aggiunge la formazione in astrologia umanistico-psicologica secondo il modello junghiano, combinazione pioneristica fra la psicologia del profondo e l’aspetto transpersonale e spirituale dell’esperienza umana, ed ulteriori competenze nell’area della formazione, della comunicazione e orientamento, e nell’utilizzo di tecniche espressive corporee (mindfulness psicosomatica).
Attraverso una metodologia rigorosa ed inclusiva intende favorire un processo auto-tras-formativo del vissuto, riportando la Persona alla centralità del proprio Qui ed Ora. Progetta interventi formativi e conduce gruppi teorico-esperienziali di crescita e consapevolezza, con particolare attenzione all’universo femminile durante tutto il percorso di auto-individuazione, finalizzato ad una comprensione integrale – a livello-psico-spirituale – del vissuto personale.

Alessandra Bortolotti – Mamma di due bambine, è psicologa esperta del periodo perinatale e scrittrice. Autrice de “I cuccioli non dormono da soli” (Mondadori) e del volume “E se poi prende il vizio?” (Il Leone Verde) diventato un bestseller grazie al passaparola dei genitori e coautrice de “Il primo sguardo” (Fasi di Luna). Si occupa da circa vent’anni di educazione affettiva ovvero di fisiologia della gravidanza, parto, allattamento, sonno infantile e accudimento dei bambini basato sul contatto. Conduce incontri dopo parto per genitori in Toscana e da sei anni, quasi ogni fine settimana, incontra i suoi lettori in tutta Italia grazie alle presentazioni dei suoi libri, a conferenze pubbliche e a seminari di formazione per operatori. È membro del direttivo del MAMI (Movimento Allattamento Materno Italiano), peer counselor in allattamento secondo il modello OMS/UNICEF ed è formatrice freelance in tutta Italia sui temi inerenti la genitorialità e la fisiologia del periodo perinatale specialmente su sonno infantile e allattamento. Si occupa anche di promuovere la salutogenesi, di neuroscienze, epigenetica e di PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia). I suoi interessi sono principalmente la lettura, la cucina naturale, il cinema d’autore e la natura. Vive in aperta campagna con la sua famiglia in provincia di Firenze.

Antonella Gennatiempo – Dott.ssa in Psicologia, Formatrice, Facilitatrice in percorsi al Femminile: L’interesse per i temi del contatto e dei bisogni primari hanno portato “da sempre” la Dott.ssa Gennatiempo a lavorare per il recupero di una cultura genitoriale “a contatto.” Dal 2001 si occupa di sostegno alla genitorialità, in particolare del lavoro con donne/madri. Dal 2002 si è formata sul babywearing con diverse scuole europee, partecipando a tantissimi convegni e congressi sul tema: (Inghilterra,Germania, Usa), in aggiornamento continuo. Dopo essersi laureata con una tesi su “Il Bambino Portato: dalla Canguroterapia alla promozione al Benessere”,nel 2008 ha fondato“La Scuola del Portare®” per la diffusione professionale del Babywearing in Italia. Dall’età di 21 anni ha intrapreso percorsi di ricerca personale, spirituale eformativi avendo l’opportunità di approfondire ed integrare nel proprio lavoro le Costellazioni Familiari , la terapia dell’Holding. Crede profondamente nel nostro essere un continuo divenire ed è quindi in continuo apprendimento di saperi che integrino sempre più i tre centri:testa-cuore-pancia. Negli ultimi annisi sta interessando molto al lavoro emotivo e corporeo di Willi Maurer. Ad oggi lavora anche con cerchi di donnein percorsi di consapevolezza sulla sacralità femminile e la ciclicità mestruale attraverso “Cerchi di Luna” e le “Tende Rosse”.

Programma Convegno

Responsabile Scientifico: Dott.ssa Antonella Gennatiempo

Sviluppo professionale continuo per i professionisti del Babywearing

Il primo convegno italiano sul Babywearing ha come scopo quello di riunire e aggiornare gli operatori del settore quali personale sanitario, medici, infermiere pediatriche, ostetriche, consulenti, istruttrici, ricercatori, fisioterapisti, educatori, doule, adetti alla nascita e sensibilizzare genitori, educatori, e tutto il personale che ruota attorno alla nascita.

Sono previsti workshop e conferenze con l’intervento di grandi nomi sugli studi sul babywearing e della Canguroterapia come Evelin Kirkilionis e Prof. Agostino, dimostrazioni, gruppi di lavoro dedicati, esposizioni di prodotti da parte delle più rinomate ditte produttrici di supporti ergonomici, esibizioni artistiche e una mostra temporanea visitabile per tutta la durata dei lavori.

  • incontri informativi rivolti a tutti coloro che si vogliono avvicinare alla pratica del portare: genitori ma anche nonne, zie, cugini, puericultrici.
  • incontri informativi rivolti a personale sanitario.
  • corsi formativi per avvicinarsi alla pratica del portare rivolti a genitori nonne, zie, ecc.: portare con la fascia elastica, portare con la fascia di tessuto, portare con la ring sling, portare col mei tai, portare con la pounch sling, portare con marsupi ergonomici
  • corsi formativi per avvicinare alla pratica del portare e alla Canguroterapia il personale sanitario e operatori della nascita con rilascio di crediti ECM

28/29/30

Aprile

Sala Minerva + Venere

(Piano terra)

Sponsor

Sala Catullo

(Piano terra)

Sala Nursery – con angolo allattamento/cambio pannolino e 3 persone disponibili al sostegno dei genitori e per so-stare con loro e i loro piccoli con tante attivazioni sensoriali per grandi e piccini

Sala Diana + Flora

(Piano terra)

Plenarie e grandi workshop

Programma

28 Aprile

Plenarie

Sale:

Diana + Flora

Piano Terra

09.00 – 09.30 Benvenuto e Registrazione dei partecipanti
09.30 – 10.00 Dott.ssa Antonella Gennatiempo: Apertura Convegno 1° edizione 2018 – Saluti introduttivi
10.00 – 11.00 Prof. Rocco Agostino: “La Marsupioterapia: (metodo Canguro) l’accoglienza e la proiezione
11.00 – 11.45 Coffee break
11.45 – 12.30 Tavola Rotonda: Prof. Agostino, Dott.ssa Gennatiempo, Dott. Guido Viola. “Dal bambino prematuro alla diade/triade prematura: il ritorno a casa”
12.30 – 14.00 Pausa Pranzo
14.00 – 15.30 Dott.ssa Alessandra Bortolotti: “Gli ultimi studi di epigenetica e PNEI confermano che l’accudimento prossimale è una buona pratica di salutogenesi nonostante i pregiudizi della nostra cultura”
15.30 – 16.15 Coffee break
16.15 – 17.15 Willi Maurer “Imprinting : una Chiave per il ben-essere”
17.15 – 17.45 Pièce teatrali di chiusura
19.00 Chiusura Convegno

Programma generale

29 Aprile

09.00 Apertura Convegno
09.30 – 10.15 Workshop
10.15 – 11.00 Coffee Break
11.00- 11.45 Workshop
12.00- 14.30 Pausa Pranzo
14.30- 16.00 Dott.ssa Evelin Kirkillionis: “Portare i bambini: un modello di accudimento Neonatale ed i suoi effetti al giorno d’oggi”
16.00-16.30 Coffee Break
16.30-17.15 Workshop
17.30-18.15 Workshop
19.00 Chiusura Convegno

Vi ricordiamo che dal primo Marzo potrete scegliere i workshop a numero chiuso a cui partecipare.

Per i primi giorni sarà data precedenza di scelta a chi si è iscritto prima al Convegno.

Riceverete istruzioni all’indirizzo email usato per la registrazione al Convegno.

Workshop

29 Aprile

Sale: Diana + Flora

Piano terra

9.30 – 10.15 Guido Viola – Pelle Strumento d’amore: ricerche ed esperienze
11.00 – 11.45 Paola Andrisani – Maternage e metissage: la cultura universale del “contatto” attraverso i processi migratori
14.30 – 16.00 Dott.ssa Evelin Kirkillionis – “Portare i bambini: un modello di accudimento Neonatale ed i suoi effetti al giorno d’oggi”
16.30 – 17.15 Dott.ssa Veronica Ghiglieri – Plasticità sinaptica e Babywearing
17.30 – 18.15 Dott.ssa Antonella Gennatiempo – Il Babywearing come possibilità di Re-Bonding. Riflessioni ed esperienze.

Workshop

29 Aprile

Sala Ovidio

Piano terra

9.30 – 10.15 Emanuela Petrotto – Il babywearing on line: pro e contro della comunicazione digitale
11.00 – 11.45 Guido Viola – Quando il Babywearing incontra le Esigenze Speciali: Osteopatia Neonatale e Babywearing, binomio possibile?
16.30 – 17.15 Emanuela Petrotto – Brand Identity: tra “tone of voice” e altre strategie per la creazione della propria identità digitale.
17.30 – 18.15 Nayelli Zabaleta – Storia del Rebozo e visione Rebozo di varie fatture, sia storici che moderni.

Workshop

29 Aprile

Sala Properzio

Piano terra

9.30 – 10.15 in definizione
11.00 – 11.45 Carlotta Pino – Reflusso e Babywearing
16.30 – 17.15 Susanne Greiner (Scuola ClauWi®) – Elementi della fisica del portare
17.30 – 18.15 Noemi Garavagno – Babywearing e Perineo

Workshop

29 Aprile

Sala Tibullo

Piano terra

9.30 – 10.15 Noemi Garavagno – Babywearing e Postura: Esercizi per portare bene e più a lungo.
11.00 – 11.45 Selene Militello e Giorgia De Antonio – Fascioteca Aperta: cosa significa, come si organizza, come si strutturano gli incontri.
16.30 – 17.15 Noemi Garavagno – Babywearing e Perineo
17.30 – 18.15 Arie Ann Brentnall (Compton, Canadian Babywearing School) – Salute pubblica e impatto sociale del babywearing

Workshop

29 Aprile

Sala Aristotele

Primo Piano

9.30 – 10.15 Selene Militello – Ring Ring: Tutte pazze per gli anelli (No Sew ring sling, Xena finish per legature sulla schiena)
11.00 – 11.45 Chiara Venturoli – Half Jordan’s Back Carry
16.30 – 17.15 Francesca Furino – La volontà di comunicare “sostegno”: L’importanza della Comunicazione nell’ambito della Consulenza in Babywearing.
17.30 – 18.15 Stefania Eckstein – Scuola di Amburgo: Kangaroo Carry ( Canguro Pancia a Pancia ) pre annodata.

Workshop

29 Aprile

Sala Cicerone

Primo Piano

9.30 – 10.15 Chiara Venturoli – Shephard’s Back Carry
11.00 – 11.45 Sabrina Pietrini e Adele Ricci – Mondo Mei- tai
16.30 – 17.15 Sabrina Pietrini – Poppin’s
17.30 – 18.15 Susanne Greiner (Scuola ClauWi®) – Evoluzione del Marsupio ergonomico

Workshop

29 Aprile

Sala Omero

Primo Piano

9.30 – 10.15 Petra Wilhelm (ClauWi®) – Kangaroo Carry
11.00 – 11.45 Elisa Valzan – Ring Ring: Tutte pazze per gli anelli (X semplice FCC, Robin’s Hip Carry)
16.30 – 17.15 in definizione
17.30 – 18.15 Francesca Furino – La volontà di comunicare “sostegno”: l’importanza della Comunicazione nell’ambito della Consulenza in Babywearing.

30 Aprile

in via di definizione

L’interesse dei genitori di oggi verso il babywearing è in costante aumento, in particolare tramite i social network. Forte è tuttavia il bisogno di incontrarsi di persona, oltre alla possibilità di visionare i supporti.

L’ultima giornata del convegno è quindi interamente dedicata ai genitori, i quali, oltre all’area espositiva, potranno partecipare a numerose attività a loro dedicate .

Continuate a seguirci, abbiamo tante sorprese e tante cose interessanti per la giornata dei genitori … vi anticipiamo la Dott.ssa Alessandra Bortolotti con “Vizi e pregiudizi della nostra cultura sull’accudimento basato sul contatto”

E a seguire tanti tanti workshop per voi !

Alcuni dei Workshop per i genitori

  • Danza Cuore a Cuore
  • Pièce teatrali e musicali
  • Workshop tecnici con trasmissione legature
  • Poppin’s hip carry
  • Double hammock
  • Robin’s back carry
  • Chiusure con anelli
  • …e tanto altro ancora

Per i workshop tecnici è necessario una propria bambola didattica. Per chi non ne avesse una, durante il Convegno avremo il piacere di avere dalla Germania lo stand con la nostra produttrice storica di bambole da 10 anni, con cui abbiamo avuto il piacere di introdurle in Italia fin dal 2008 : Renate Puppenstube.

I Workshop Tecnici sono aperti solo a chi ha un esperienza di livello avanzato con la fascia.

Biglietti di ingresso e servizi

Il biglietto per Consulente o Operatore consente l’ingresso per i giorni 28 e 29 aprile 2018. È incluso un totale di 4 workshop a numero chiuso e 4 sessioni di plenarie da seguire nei due giorni del convegno. La scelta dei workshop (fino ad esaurimento posti) avverrà in una seconda fase.

15 crediti ECM sono inclusi nel biglietto per operatori ed opzionali (+30€) per consulenti.

Il biglietto consente l’ingresso ad un genitore o ad una famiglia composta da max 2 adulti e 2 bambini per il giorno 30 aprile 2018. La scelta dei workshop (fino ad esaurimento posti) avverrà in una seconda fase.

La prenotazione dei pranzi è gratuita e comporta il pagamento di 20€ in contanti a persona al ritiro del badge di ingresso per il convegno. 

I bambini da 0 a 3 anni non pagano.

I bambini dai 4 ai 10 anni pagano 10€.

I bambini dagli 11 anni pagano il 20€.

(Per eventuali cene, gli ospiti saranno liberi di effettuare il servizio al ristorante e pagando direttamente; eventuali prenotazioni saranno effettuate direttamente in hotel.)

L’hotel Holiday Inn Rome Eur Parco dei Medici ha riservato un prezzo speciale agli utenti del Convegno Babywearing. Riceverai un codice sconto da fornire all’hotel al momento della prenotazione

In fase di acquisto, ti preghiamo di riportare nelle note il giorno di check-in e check-out, il tipo di camera (singola/dooppia) e il numero di persone che pernotteranno presso l’hotel Holiday Inn Rome Eur Parco dei Medici.

  • Sono ammessi massimo 2 adulti e 2 bambini per camera
  • Le camere hanno due letti Queen Size (poco più piccoli dei matrimoniali)
  • Bambini in camera con i genitori fino a 12 anni: GRATUITI
  • Da 12 a 18 anni: supplemento di € 10,00

Compila il modulo di iscrizione e ti contatteremo con la conferma e le info per il pagamento.


Quanto costa un biglietto?*

*I prezzi della tabella non comprendono l’Aliquota Cooperativa Sociale pari al 5%.

Contatti per informazioni Convegno Babywearing

I consulenti,  gli operatori e i genitori possono scrivere a preiscrizione@scuoladelportare.it per avere maggiori informazioni (pasti, programma nursery, pernottamento, etc…).


Se invece sei un’azienda o un negozio e vuoi partecipare come sponsor al Convegno Babywearing, scrivi un’email a convegnobabywearing@scuoladelportare.it

Regole di accredito stampa

L’accredito viene rilasciato esclusivamente per la redazione di corrispondenze giornalistiche. L’Organizzazione si riserva comunque il diritto di verificare le attestazioni dell’attività giornalistica svolta, anche in caso di presentazione di un tesserino stampa.

L’Organizzazione desidera facilitare l’accesso dei giornalisti alle informazioni sulle manifestazioni e sull’azienda mediante il rilascio di un accredito stampa.

Vengono accreditati:

i titolari di un tesserino stampa valido dell’Ordine dei giornalisti italiano o estero

persone, di nazionalità italiana e non, in grado di comprovare la propria attività giornalistica (anche di fotoreporter) come segue:

  1. a) presentando copia originale di articoli firmati che, alla data della manifestazione, non siano più vecchi di sei mesi
  2. b) presentando copia originale delle Informazioni editoriali di una pubblicazione in cui vengono citati come redattori (o link ipertestuale), collaboratori redazionali fissi o autori, e che alla data della manifestazione non sia più vecchia di sei mesi
  3. c) presentando un tesserino valido di un’organizzazione giornalistica giovanile (ai collaboratori di giornali scolastici o di simili testate giovanili senza tesserino stampa valido verrà rilasciato un biglietto di ingresso valido per un solo giorno)

Fotografi che possano comprovare la loro attività giornalistica. Alla richiesta di accredito vanno direttamente allegate le pubblicazioni più recenti (non più vecchie di sei mesi)

Collaboratori di redazioni internet che siano parte di testate giornalistiche o case editrici

Persone che possano dimostrare di lavorare presso l’Ufficio stampa e Relazioni pubbliche di un ente pubblico o di un’istituzione nel momento in cui si svolge il convegno in questione, così come i portavoce e i collaboratori degli uffici stampa di aziende espositrici. È necessario allegare alla richiesta di accredito la relativa attestazione

Persone che possano dimostrare di utilizzare le informazioni stampa sul convegno in questione per servizi di pubblica utilità (p. es. stazioni radio per non vedenti, associazioni di disabili). Presentando un certificato di invalidità grave (tessera di invalidità), verrà rilasciato un biglietto di ingresso giornaliero per l’accompagnatore

I collaboratori delle agenzie di stampa che accompagnano un espositore durante la manifestazione fieristica saranno accreditati solo previa presentazione di una tessera di giornalista valida. I collaboratori delle agenzie che non sono in possesso di una tessera di giornalista sono pregati di contattare i loro clienti per ottenere l’accredito.

Linee guida per l’accredito stampa per blogger

Potranno fare richiesta di accredito stampa come blogger le seguenti persone:

chi cura un blog specialistico attivo, tematicamente attinente al settore della fiera da visitare, nonché i blogger in grado di dimostrare la propria attività indicando un link con le seguenti caratteristiche:

  1. a) il blog deve essere attivo da almeno tre mesi;
  2. b) l’ultimo articolo con riferimento tematico alla manifestazione che si intende visitare non deve essere più vecchio di tre mesi.

La verifica dell’accreditamento blogger è possibile solo online prima dello svolgimento della manifestazione e non può essere effettuata presso gli sportelli fieristici riservati alla stampa.

La documentazione deve essere presentata in lingua italiana o inglese. L’Organizzazione si riserva in alcuni casi di richiedere l’esibizione di un documento d’identità valido completo di fototessera. Non si riconosce alcun diritto di accredito. All’occorrenza l’Organizzazione può avvalersi dei propri diritti di proprietario.

Di norma non vengono accreditati:

Persone che non possono comprovare alcuna attività giornalistica

Persone di nazionalità straniera residenti in Italia che presentino un tesserino stampa estero, p. es. Universal Press (USA)

Persone con tesserino stampa non più valido

Persone la cui attestazione di attività giornalistica è stata redatta da altri giornalisti free lance, ciò vale in particolare per gli accompagnatori privati!

L’accredito stampa non potrà essere concesso alle persone che non svolgono attività giornalistiche, come per esempio rappresentanti di agenzie pubblicitarie o di marketing.

Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi