Convegno Babywearing

Benvenuti al 1° Convegno Italiano sul Babywearing!

28-29-30 APRILE 2018

Holiday Inn Rome Eur Parco dei Medici | Viale Castello della Magliana, 65 | 00148 Roma | Italia

Tel (+39) 06 65581 ext. 820 | Fax (+39) 06 6537 637 | Cel (+39) 328 2395201

www.holidayinn.com/rome-parcoi


Contatti per informazioni Convegno Babywearing

I consulenti,  gli operatori e i genitori possono scrivere a preiscrizione@scuoladelportare.it per avere maggiori informazioni (pasti, programma nursery, pernottamento, etc…).

Se invece sei un’azienda o un negozio e vuoi partecipare come sponsor al Convegno Babywearing, scrivi un’email a convegnobabywearing@scuoladelportare.it


Il Centro Studi Scuola del Portare® è lieta di invitarVi al 1° Convengo Italiano sul Babywearing con relatori sia nazionali che internazionali, workshop dedicati sia a personale sanitario che ai genitori, diversi stand espositivi con le ditte più conosciute di fasce e supporti ergonomici a Roma il 28-29-30 Aprile 2018.

IL NOSTRO MESSAGGIO

Neonati e bambini sono stati portati dai loro genitori da sempre e ovunque. Ancora oggi in tutto il mondo le culture tradizionali continuano a farlo, mentre in Europa solo dagli anni ‘70 è in atto un ritorno di interesse verso la Cultura del Portare (Babywearing).

Questo riavvicinarsi non è avvenuto per mancanza di alternative, ma perché il portare è stato riconosciuto come un valido strumento di relazione genitore-figlio, pratico e allo stesso tempo efficace.

COSA PROMUOVIAMO?

“ Con questo primo Convegno Italiano sul Babywearing è con immensa gioia che vedo realizzarsi un’ altro piccolo tassello del sogno iniziato 10 anni fa. In  occasione di questo Anniversario ho desiderato organizzare per tutta la comunità Italiana dei Babywearers e per tutti i professionisti sanitari la possibilità di confrontarsi o avvicinarsi al Babywearing. Come dico da anni il  BW non è un qualcosa di “ hippie” ma  é uno “strumento pedagogico” al servizio dei genitori. È un modo di accompagnare il bebè dentro le esperienze, dove Il bambino interagisce con il mondo che lo circonda, nell’abbraccio sicuro del genitore.  – È un essere con il bimbo nel mondo senza metterlo al centro del mondo. In questo senso il Babywearing è una pratica educativa e di accudimento, con effetti benefici sullo sviluppo psicofisico del neonato e sulla relazione genitore-bambino.

In questo spazio e tempo del Convegno avremo modo confrontarci in tavole rotonde  e vedere come  il BW incontra anche le  Esigenze Speciali, come esso se usato da professionisti, formati  in modo opportuno, e da genitori, adeguatamente accompagnati,  sia uno strumento sia pedagogico che terapeutico oltre che un possibilità tangibile di portare un contributo al cambiamento sociale e “ecologico“ del mondo. Perché ? Perché io  insieme a tutte le persone che si formano con noi  siamo profondamente   “Convinti che la cura e la crescita dei nostri figli costituisca la base fondamentale per un domani migliore.” 

Quindi vi aspettiamo per parlare insieme di Babywearing come strumento di con-tatto (di relazione) genitori-bimbi, nell’intento di crescere bambini su una solida base di fiducia, basato su ascolto empatico e rispettoso di quelli che definisco i bisogni paralleli dei genitori e dei bambini.

Per questo il Convegno avrà due momenti uno per gli operatori e l’altro per genitori;

per:

  • sensibilizzare genitori ed operatori al portare come strumento di prevenzione e promozione al benessere, rispetto a problemi e difficoltà nell’infanzia
  • accompagnare e sostenere chi porta i propri bambini.

Buon Babywearing a tutti e vi aspettiamo numerosi !

Antonella Gennatiempo

Dott.ssa in Psicologia, Fondatrice e Direttrice Didattica del Centro Studi  Scuola del Portare®

 

Holiday Inn Rome Eur Parco dei Medici

Viale Castello della Magliana, 65 | 00148 Roma | Italia

Tel (+39) 06 65581 ext. 820 | Fax (+39) 06 6537 637 | Cel (+39) 328 2395201

www.holidayinn.com/rome-parcoi

Servizio di navetta per tutti gli ospiti residenti da\per aeroporto internazionale di Fiumicino, da\per Centro Città e da\per stazione metro Eur Magliana. Il servizio effettuerà fermate anche presso la Fiera di Roma, garantite solo durante i giorni di Fiera.

Scarica i PDF per maggiori informazioni:

I relatori

Dott.ssa Kirkillionis:
Evelin Kirkilionis, biologa ed etologa, Cofondatrice del gruppo di ricerca indipendente Forschungsgruppe Verhaltensbiologie des Menschen (FVM/ Human Ethology Research Group – Gruppo di ricerca sull’etologia umana). Le sue ricerche scientifiche sono incentrate sullo sviluppo dei neonati, in particolare sulla relazione bimbo – genitore nei primissimi anni di vita e l’accudimento neonatale con particolare interesse ai bisogni del bambino. Nella sua tesi di dottorato ha approfondito il concetto dell’attaccamento giovanile analizzandone le component filogenetiche nella pratica dell’accudimento infantile.
Particolarmente importante nel suo lavoro è l’applicazione delle sue tesi scientifiche nella realtà quotidiana che ha divulgato con la pubblicazione di libri, articolo ed interventi educativi.


Willi Maurer, 1945:

dopo anni di esperienze in Terapia Primaria, Bioenergetica, Gestalt, e forme di meditazione orientali, ho lavorato a Monaco di Baviera come terapista e coordinatore di un progetto pilota per giovani confrontati con problemi di autodistruzione, droga e violenza. Tornato nel Ticino, ho fondato il luogo d’incontro Doné. Sviluppando il Lavoro Emotivo e Corporeo e accompagnando dal 1981 persone singole, famiglie e gruppi nel loro percorso di autocosienza ho potuto evidenziare quali sono cause essenziali della separazione interiore dell’uomo e dei conflitti che ne derivano. Sono giunto alla conclusione che il mancato imprinting ha un ruolo determinante. Ho quindi iniziato un lavoro di sensibilizzazione nella società con lo scopo di interrompere la ripetizione transgenerazionale di questa mancanza. Parlo italiano e tedesco. +41 (0)76 5830051

Pubblicazioni: numerosi articoli in riviste, scaricabili dal sito www.willi-maurer.ch

La prima ferita, L’influenza dell’imprinting sul nostro comportamento, ed. Terra Nuova 2008

Il senso di appartenenza, Alla ricerca delle proprie radici, ed. Terra Nuova 2009Mère et bébé l’un contre l’autre, Du processus d’attachement à l’appartenance sociale, Souffle d’Or 2004


Prof. Rocco Agostino:

Nasce in Calabria nel 1943, si occupa, dalla fine degli anni 60 fino al 2013, di Terapia Intensiva Neonatale dentro un ventaglio molto ampio che va dal trattamento del distress respiratorio del pretermine (all’epoca quasi sempre mortale) con pressione positiva continua attraverso l’invenzione delle nasocannule, al laboratorio espressivo per l’accoglienza delle “emozioni” dei genitori (durante il primariato presso l’Ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina) passando per l’attivazione del Trasporto Neonatale nel Lazio (primo in Italia con specifici criteri organizzativi) per la partecipazione a vari gruppi di studio sia italiani che europei, per l’insegnamento presso le scuole di specializzazioni, per la riorganizzazione del centro TIN dell’ospedale Fatebenefratelli sempre con il doppio obiettivo di personalizzare l’assistenza al neonato malato e di coinvolgere i genitori “colpiti” dall’evento drammatico della nascita di un figlio che può anche morire! Attualmente si occupa di neonati normali e ha recentemente pubblicato un libretto: “Ciao mamma, ciao papà” come “guida alla comprensione del comportamento nel primo anno di vita”


Dott.ssa Bortolotti:
Mamma di due bambine, è psicologa esperta del periodo perinatale e scrittrice.
Autrice di Poi la mamma torna e  I cuccioli non dormono da soli (Mondadori) e del volume E se poi prende il vizio? (Il Leone Verde) diventato un bestseller grazie al passaparola dei genitori e coautrice de Il primo sguardo (Fasi di Luna). Si occupa da circa vent’anni di educazione affettiva  ovvero di fisiologia della gravidanza, parto, allattamento, sonno infantile e accudimento dei bambini basato sul contatto. Conduce incontri dopo parto per genitori in Toscana e da sei anni, quasi ogni fine settimana, incontra i suoi lettori in tutta Italia grazie alle presentazioni dei suoi libri, a conferenze pubbliche e a seminari di formazione per operatori.
È membro del direttivo del MAMI (Movimento Allattamento Materno Italiano), peer counselor in allattamento secondo il modello OMS/UNICEF ed è formatrice freelance in tutta Italia sui temi inerenti la genitorialità e la fisiologia del periodo perinatale specialmente su sonno infantile e allattamento. Si occupa anche di promuovere la salutogenesi, di neuroscienze, epigenetica e di  PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia).
I suoi interessi sono principalmente la lettura, la cucina naturale, il cinema d’autore e la natura. Vive in aperta campagna con la sua famiglia in provincia di Firenze.


 

Esponenti scuole estere e professionisti del babywearing dall’estero

Presenti nei workshop

 

Janie Vachon-Robillard
Janie scopre il portare in America del Sud durante la sua infanzia e lo sperimenta da autodidatta con i primi due bimbi, a causa della totale assenza di risorse in questo campo in Québec. Correva l’anno 2000. I suoi studi sulla perinatalità e gli stage pratici come ostetrica rinforzano in lei la convinzione che il portare ha dei benefici fondamentali tanto per i bambini che per i genitori, e anche l’interesse a rendere più accessibile il portare alle famiglie del Québec. Comincia, cosí dopo numerose formazioni, a trasmettere l’arte del portare dal 2003. Fonda ufficialmente Porter la vie, la sua scuola, nel 2007.


Marylin Segat: Associazione Naturissimo
Innanzitutto sono mamma di 4 bambini. Alla loro nascita, la responsabilità di accompagnarli in modo consapevole è stata una necessità, e allora ho appeso al chiodo la mia carriera di consulente in Risorse Umane per prendere il ruolo di mamma a tempo pieno. Sono la mia fonte di messa in discussione al quotidiano! Mi sono ritrovata pienamente coinvolta nel mondo dell’infanzia e forte di questa esperienza ho creato l’Associazione Naturissimo! (www.naturissimo.be). Il mio obiettivo è di trovare l’equilibrio fra la vita privata e professionale cosi come condividere il mio vissuto con altri genitori. I meccanismi psicologici, le modalità d’apprendimento, i sistemi di relazioni umani, sono una vera passione per me. Approcciare le problematiche umane su piano mentale/emozionale/fisico mi sembra indissociabile. Ho quindi seguito anche uno sviluppo personale attraverso delle terapie energetiche e diverse formazioni professionali nel campo. Sono diventata fisioterapista in kinesiterapia con una specializzazione sui riflessi arcaici e i meccanismi d’apprendimento. Attualmente, propongo dei workshop e corsi collettivi o individuali sul maternage e portare fisiologico (dopo la formazione con Ingrid Van den Peerebom); sulla genitorialità (comunicazione non violenta); sul benessere (consulente fisioterapista in kinesiterapia e RMT  ® (riflessi arcaici) per i bambini con difficoltà di apprendimento o comportamento o per adulti in burn-out, sotto stress, con accompagnamento in Feng-shui.


Ingrid van den Peereboom

Sono pittrice, autrice, giornalista, specialista del portare, mamma di 8 bambini, dei quali i 5 più piccolo portati in fascia e con altri mille supporti rispettosi del corpo e del cuore. Quando ero professoressa d’inglese e tedesco, ho scoperto il portare in Germania. Ho una lunga esperienza nell’ascolto, accompagnamento, animazione e formazione sul portare con i genitori, animatori, studenti e professionisti. Ho pubblicato due libri sul portare.
www.ingrid-van-den-peereboom.com

Descrizione del libro: Un piccolo nodo e poi va via, éditions l’Instant Présent, 2017
Il libro, pubblicato a novembre 2017, corredato di oltre 1000 fotografie, è una sorta di guida di viaggio nel cuore della relazione del portare sia a casa, che all’asilo, in viaggio o ancora al reparto di neonatologia. Sandrine Fraikin è l’autrice della maggior parte dell foto del libro. Come trasmettere il portare a più livelli: incontri informativi sul portare, viaggi, portare al nido, portare in famiglia o in tribu. Una serie di strumenti utili tanto ai genitori quanto alle consulenti e ai professionisti. La trasmissione delle conoscenze è la mia passione.

Descrizione del libro: Technique et pratique du portage, éditions Jouvence, paru en 2006, 2009 (sous le titre Peau à peau) et 2016
Il portare è un mezzo di comunicazione privilegiato e apre ai genitori delle magnifiche possibilità di contatto con il bambino. Ma come fare? Va bene per me e per lui? Come e quanto influenza la nostra relazione? la nostra quotidianità? Quando e come portare e quando smettere? Dove trovo delle associazoni che possono aiutarmi? Come coniugare la maternità e la vita sociale?


Marie Mattei:  Associazione “La santé par le mouvement ”

Sono ortopedico specializzato nello studio dei movimenti che fanno i neonati nell’utero, durante la nascita e dopo, fino all’acquisizione della capacità di camminare: i riflessi arcaici. Ho studiato il movimento diventando professore di yoga, shiatsu e watsu. Nel ’94 ho seguito una formazione in Belgio e in Germania per ottenere la certificazione in Kinesiterapia. Nel 2000, mi sono formata con il dott. Régine Zékri-Hurstel in neurologia funzionale e con Svetlana Mazgutova psicologa e specialista dei riflessi primitivi. Poi con il dott. Harald Blomberg ho imparato il metodo RMT. Nel 2010, ho portato l’RTM (Rhythmic Movement Training) in Francia e Belgio.
Sito ufficiale RMT ® France : https://www.rmt-france-rhythmic-movement-training.com/


Arie Ann Brentnall (Compton, Canadian Babywearing School)

E’  consulente e oratore pubblico sinergico che focalizza le proprie energie nel miglioramento della salute pubblica attraverso il babywearing. Attraverso la sua Canadian Babywearing School, ha insegnato in workshop e conferenze attraverso il Nord America e Gran Bretagna, Svezia, Belgio e Australia.
Oltre ad insegnare agli operatori del babywearing, Arie ha diffuso le sue conoscenze a centinaia di operatori sociali e sanitari, con l’obiettivo di creare una cultura del babywearing in Canada”.

Petra Wilhelm Scuola ClauWi® Germania

nata nel 1961, 4 bambini, vive a Dresda. E’ fondatrice e Presidente della scuola di babywearing Clauwi ®, della quale cura la formazione e il concept del corso per nuove consulenti ClauWi ®. In seguito alla formazione per amministratrice aziendale, si è dedicata ai temi dell’allattamento e del babywearing, partecipando a numerosi corsi di formazione, tra i quali si annoverano: Consulente in allattamento certificato AFS dal 1994; Specialista genitore-figlio di AGEF, 1997; Formazione approfondita sul tema del Babywearing (tra l’altro con il Dr. Kirkilionis e il Dr. Fettweis); Seminario “Competenze di counselling” TU Dresden nel 1999; Training Kinaesthetik Handling per bambini nel 2010;  Corsi di formazione per public speaking e counselling; Formazione specifica per bambini con esigenze speciali; Collaborazione con l’Associazione Castillo Morales dal 2012; Collaborazione continua con medici, fisioterapisti, osteopati, ortopedici.


Susanne Greiner – e Christina Curreli – Scuola ClauWi®-:
Susanne Greiner, PhD

Nata nel 1984 in Germania scopre molto presto i benefici del babywearing per portato e portatore grazie a sua sorella minore nata diversamente abile. Dedica i suoi studi alla fisica, l’informatica e alle neuroscienze. Quando diventa mamma per la prima volta si trova in Italia e scopre che la best practice del babywearing da paese a paese cambia e inizia il percorso da consulente con la scuola tedesca ClauWi. E’ affascinata dalla meccanica delle legature e appassionata di marsupi ergonomici, e come piccole differenze nella regolazione possono fare LA differenza per la diade. Fa parte del european babywearing org team e crede molto nello scambio di informazioni fa scuole e il networking fra professioniste come chiave per un babywearing sereno e accessibile per tutti che desiderano informarsi.


Dalla Tageschule di Amburgo:
Dr. Stefanie Eckstein – PhD in biologia, studiosa di psicologia, formata come educatrice babywearing e istruttrice babywearing a Colonia e in tutta la Germania.

Svenja Pahl – Madre di tre bimbi, entusiasta del babywearing e consulente dal 2007, Master in Inglese e Francese, Laurea di I livello in Studi della prima infanzia


Christina Curreli:

Nata nel 1985 Christina vive in Austria (dall’estate 2018 sarà invece in Sardegna). In qualità di pedagoga per la scuola d’infanzia, si interessa da sempre ai bisogni dei bambini piccoli e con la nascita del primo dei suoi due figli si avvicina per la prima volta al mondo del portare. A causa di un cesareo d’urgenza il portare diventa la sua prima opportunità importante per elaborare il parto e rafforzare il bonding. Col passare delle settimane inizia ad apprezzare anche il fattore mobilità. Presto alla sua qualifica di pedagoga e consulente familiare si aggiungono quelle di consulente di allattamento e consulente ClauWi. Nella vita professionale si confronta tutti i giorni con la differenza di esigenze che diverse giovani famiglie possono avere. Christina ritiene la ricerca di una soluzione individuale per ogni step del percorso come un compito molto importante e per garantire il massimo supporto alle famiglie che segue; ha approfondito sia la conoscenza delle tecniche di legatura sia quella relativa ai marsupi al punto tale da poter mettere in pratica un approccio privo di dogmatismo, ma basato su studi concreti, per garantire un equilibrio orientato alle vere esigenze del portatore e del portato.

 

Esponenti Scuola del Portare – Italian Babywearing School® e professionisti del settore italiani

Presenti nei workshop

Professionisti che conduranno i workshop

foto corsoDott. Guido Viola:

Laureato in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’età evolutiva e diplomato in Osteopatia e Kinesiologia applicata: Da sempre in un’ ottica olistica e biointegrata si occupa di tutti gli aspetti evolutivi andando a specializzarsi tramite un Master in Medicine Naturali. Ha impostato tutta la sua formazione sugli aspetti di sviluppo e ha approfondito le principali patologie neonatali andandole ad integrare la Medicina riabilitativa e Osteopatica. Da svariati anni collabora con medici di Strutture Ospedaliere e con centri di riabilitazione al fine di promuovere tramite il trattamento Osteopatico Integrato la prevenzione di eventuali patologie in età adulta che possono presentarsi per una disfunzione neonatale non trattata. Integra da anni il concetto Osteopatico all’applicazione della fascia e al concetto del babywearing al fine di essere di supporto e aiuto nella risoluzione di pattern disfunzionali.


Dott.ssa Antonella Gennatiempo:

Dott.ssa in Psicologia, Formatrice, Facilitatrice in percorsi al Femminile: L’interesse per i temi del contatto e dei bisogni primari mi hanno portato da sempre a lavorare per il recupero di una cultura genitoriale “a contatto.” Dal 2001 mi occupo di sostegno alla genitorialità, in particolare del lavoro con donne/madri. Dal 2002 si è formata sul babywearing con diverse scuole europee, partecipando a tantissimi convegni e congressi sul tema: (Inghilterra,Germania, Usa), in aggiornamento continuo. Dopo essersi laureata con una tesi su “Il Bambino Portato: dalla Canguroterapia alla promozione al Benessere”,nel 2008 ha fondato“La Scuola del Portare®” per la diffusione professionale del Babywearing in Italia. Dall’età di 21 anni ha intrapreso percorsi di ricerca personale, spirituale e formativi avendo l’opportunità di approfondire ed integrare nel proprio lavoro le Costellazioni Familiari , la terapia dell’Holding e il lavoro emotivo a mediazione corporea. Ad oggi lavora anche con cerchi di donne in percorsi di consapevolezza sulla sacralità femminile e la ciclicità mestruale.


FFuDott.ssa Francesca Furino:

Counsellor Professionista ad orientamento psicosintetico; Psicosintesi individuale e di gruppo, progettazione, formazione: Dopo gli studi universitari in traduzione e interpretariato ed una lunga esperienza come assistente ai progetti di sviluppo per la sicurezza agroalimentare presso la FAO delle Nazioni Unite, si perfeziona come professionista nella relazione d’aiuto secondo l’orientamento della Psicosintesi: una visione integrale dell’essere umano, volta alla crescita e allo sviluppo del potenziale, dei valori e degli ideali e degli stati di coscienza più evoluti e creativi. A questo, si aggiunge la formazione in astrologia umanistico-psicologica secondo il modello junghiano, combinazione pioneristica fra la psicologia del profondo e l’aspetto transpersonale e spirituale dell’esperienza umana, ed ulteriori competenze nell’area della formazione, della comunicazione e orientamento, e nell’utilizzo di tecniche espressive corporee (mindfulness psicosomatica).
Attraverso una metodologia rigorosa ed inclusiva intende favorire un processo auto-tras-formativo del vissuto, riportando la Persona alla centralità del proprio Qui ed Ora. Progetta interventi formativi e conduce gruppi teorico-esperienziali di crescita e consapevolezza, con particolare attenzione all’universo femminile durante tutto il percorso di auto-individuazione, finalizzato ad una comprensione integrale – a livello-psico-spirituale – del vissuto personale.


Dott.ssa Paola Andrisani:

Una laurea in Etnologia, conseguita all’Università di Bari, con una tesi con ricerca sul campo sulla comunità senegalese in Italia. Tre anni trascorsi in Senegal, conducendo alcune ricerche antropologiche sui gruppi di mutuo soccorso al femminile e sul movimento hip hop, con particolare attenzione alle donne. Altrettanti tre anni trascorsi in Francia, a Parigi, fra dottorato e lavoro. Mediatrice culturale e legale, da 20 anni mi occupo di analisi dei processi migratori, di accoglienza di richiedenti asilo, con particolare attenzione alle vittime di tratta e ai minori stranieri non accompagnati, e di razzismo e discriminazione. L’arrivo, nel novembre 2012, di mio figlio, Michele Fadel, mi ha premesso di riscoprire il “maternage” sotto altri punti di vista. In particolare, il fatto di “portare” il mio bimbo, mi ha regalato uno slancio in più per approfondire, attraverso le culture altre nei paesi d’origine e nel contesto migratorio, nuove forme di babywearing e nuove forme di accudimento del bebé. Il tutto nell’ottica dei processi inarrestabili di “metissage”. Nel luglio 2017, mi sono certificata come Consulente della Scuola del Portare.


Dott.ssa Veronica Ghiglieri:

neurobiologa e ricercatrice nel campo della neurofisiologia, madre di due bimbi e consulente babywearing dal 2010. Quando ho iniziato a portare il mio primo bimbo da autodidatta ho immediatamente capito che il babywearing era un arricchimento ambientale essenziale per madre e bambino e ho cominciato a formarmi sui meccanismi attraverso cui una genitorialità a contatto supporta efficacemente uno sviluppo cerebrale ottimale.


Elisa Valzan:

Formatrice Tecnica Centro Studi Scuola del Portare® in tirocinio
Vivo in provincia di Torino e sono mamma di 2 bimbi. Mi avvicino al mondo dell’infanzia con un biennale sulla Psicomotricitá educativa metodo Aucouturier quando rimango in incinta del mio primo bimbo Samuele, da allora la maternità e le cure della prima infanzia permeano visceralmente il mio essere. Il percorso prosegue diventando insegnante di massaggio infantile AIMI. Con la nascita di Emanuel scopro l’ esistenza la figura della consulente del portare che le permette di portare in modo più fisiologico e confortevole tanto da intraprendere la via della formazione con la Scuola del Portare® per permettermi di accompagnare le famiglie in questo percorso di maternage.  All’interno del mio percorso con la Scuola conosco e stringo legami con Donne meravigliose e questo rafforza la volontà di voler crescere al suo interno per dare un contributo a sostegno la rete (diventando coordinatrice regionale del Piemonte e iniziando la formazione come Formatore Tecnico). Un aspetto molto importante nella mia vita è legato alla ricerca del benessere corporeo e spirituale, insegnate di Pilates in formazione (lasciata aperta per l’arrivo del secondogenito) pratico yoga, meditazione e frequento corsi alimentazione consapevole.


11873799_10206850314603699_2788699403925116262_nSabrina Pietrini:

Formatrice Tecnica Centro Studi Scuola del Portare®, ragioniere e perito commerciale con l’animo artistico.

Ho lavorato molti anni nella sezione amministrativa di un centro di riabilitazione psicomotoria per invalidi civili e minori
L’arrivo dei miei figli mi ha cambiata profondamente, facendomi rivolgere l’attenzione alla genitorialità nelle sue varie espressioni, neppure a dirlo, alla ricerca della mia.
E così ho scoperto il Babywearing, ho scoperto una modalità di accudimento basata sul contatto, sull’ascolto di me stessa, in primis e dei miei bimbi… sull’accoglienza del bisogno del neonato.
E se Daniele mi ha fatto scoprire questo mondo, Maia, la mia seconda mi ha dato una spinta prepotente verso gli altri. Verso altri genitori che volevano avvicinarsi al portare per aiutarli e sostenerli, con competenza, in modo efficace ed empatico.
A maggio 2014 ho conseguito l’attestato come Consulente certificata presso il Centro Studi Scuola del portare®.
L’entusiasmo mi ha portata a voler ulteriormente approfondire e ho fatto aggiornamento tecniche,gemelli e tandem nel 2015 ed a luglio 2015 mi sono certificata di nuovo, come consulente formatore, e da quest’anno oltre che i genitori ho il privilegio di seguire le nuove consulenti nel loro percorso formativo.


Adele Ricci:

Formatrice Tecnica Centro Studi Scuola del Portare®  in tirocinio
Abruzzese proviene da una formazione classica ed è mamma di tre bimbi.
Durante la prima gravidanza  scopre il mondo della genitorilità a contatto e del portare ed appena nato il suo primo bimbo decide di percorrere la “via del cuore” e si iscrive presso la Scuola del Portare  dove nel 2013 si certifica come Consulente del Portare®. Continuando a studiare frequenta aggiornamento tecniche, gemelli e tandem nel 2015. Da allora il suo cammino alla scoperta e al sostegno della genitorialità è in continuo arricchimento. Nel 2014 si forma nell’arte del massaggio Rebozo sempre con la Scuola del Portare, diviene peer in allattamento nel 2016 e nel 2017 inizia il cammino universitario in Scienze della Formazione. Il suo lavoro è la sua grande passione ed uno dei suoi grandi amori.  Dal 2013 è inoltre coordinatrice regionale SdP per la regione Abruzzo e si adopera per la creazione di una rete che sia di sostegno tra le consulenti e  per i genitori.


Manuela Maestrello:

Membro del Gruppo Tecnico
Cuciture e caratteristiche specifiche del supporto/ supporti artigianali. E’ produttrice di supporti , principalmente mei tai , passione che è cresciuta via via con l’esperienza acquisita nel soddisfare le richieste dei genitori bisognosi di un supporto adeguato alle proprie esigenze, valutando di volta in volta come si comportavano i diversi tessuti sottoposti a tensioni delle cuciture sotto i diversi pesi e misure dei bimbi e mettendo a punto delle migliorie per lo scaricamento dei pesi e il mantenimento delle posizioni corrette . E’ consulente del portare certificata con aggiornamento tecniche e portare gemelli /tandem.


Dott.ssa Emanuela Petrotto:

37 anni, 2 figli, studi umanistici e relativi a letteratura e lingue straniere. Dal 2010 impegnata nel digitale: per quasi 8 anni continuativi Account e SPOC per personaggi noti della Musica e dell’Intrattenimento, principalmente in qualità di YouTube Manager (Accreditata e Certificata) ed esperta di Digitale soprattutto lato Strategico-Editoriale. Attualmente Consulente del Portare in Via di Certificazione.


Dott.ssa Noemi Garavagno:

Ex danzatrice professionista, laureata in Scienze Motorie Sportive, si occupa di postura in movimento nelle diverse fasi della vita: in particolare, ha approfondito il movimento inteso come condizione di benessere nel periodo della nascita di una mamma, dalla gravidanza al postparto.
Si specializza, con il metodo Mipa©, come educatrice in Movimento/Visualizzazioni e Perineo. Affianca la sua professione di chinesiologa, a quello di Consulente del Portare© con la Scuola del Portare©.
Dal 2015 organizza corsi di Danza A·Contatto. Quest’ultima attività è frutto dell’unione delle sue competenze nella danza, nel movimento postparto e nell’arte del portare i bambini in fascia.


Chiara Venturoli:

Chiara, 40 anni e una lunga esperienza in un’azienda privata, una famiglia impegnativa e una passione viscerale per il materne.

La maternità mi ha regalato una nuova consapevolezza e la curiosità di imparare quanto più possibile sull’allattamento e in particolare sul babywearing, una pratica antica che merita di tornare nelle nostre modalità di accudimento dei più piccoli, per mettere le mie conoscenze e competenze al servizio di genitori e operatori del settore.


Dott.ssa L. Nayelli Zabaleta Solís (Città del Messico 1979):

Laurea in Arte all’Universidad del Claustro de Sor Juana di Città del Messico (2005) e Dottorato in Studi sulla Rappresentazione visiva, storia, teoria e produzione delle Arti e delle Immagini presso l’Istituto Italiano di Scienze Umane e l’Università di Siena (2013). Si specializza in antropologia delle immagini e sull’immaginario meticcio messicano.
Dal 2017 è Doula di Mondo Doula e Consulente del Portare del Centro Studi Scuola del Portare; ha fondato l’Associazione MammaS@cial a sostegno della genitorialità.


Giorgia De Antonio:
Il mio percorso nel mondo del babywearing è iniziato come mamma portatrice di Mia nel 2013, nel 2015 mi certifico come Consulente del Portare e oggi gestisco la Fascioteca Portare a Genova diventata punto di riferimento per tutti i genitori genovesi che decidono di approcciarsi a questo mondo.


Dott.ssa Selene Militello:

mamma di due bambine rispettivamente di 4,5 anni e 10 mesi. Ho conosciuto il Babywearing con la prima figlia e mi sono certificata come Consulente del Portare nel 2015. Da allora collaboro alla gestione della Fascioteca Portare a Genova, prima nata nella mia città. Sono Coordinatrice Regionale per la Liguria SdP e Managing Director del Gruppo Tecnico e Area Supporti e Aziende.


Mariella Lagrana:

31 anni, di indole avventurosa, mamma del piccolo Leonardo e amante della danza e dello sport. Laureata in turismo internazionale, specializzata in valorizzazione del patrimonio culturale decido di cambiare rotta dopo la nascita del bimbo.La maternità mi ha avvicinato al kangatraining®, una disciplina aerobica orientata al benessere psico-fisico delle mamme. Sono istruttrice dal 2016 a Lugano e countryleader italiana dal 2017.


Elena Alessandra Zo:

Elena Zo da 12 anni insegna danza classica, moderna e espressione corporea. Ha anche esperienza nel teatro come attrice e regista, ed è una consulente del portare certificata. Da 4 anni ha ideato il metodo di danza cuore a cuore destinato a mamme in attesa e neomamme in fascia. ”


Marika Cazzaniga:

Mi chiamo Marika Cazzaniga, classe 1976, sono mamma di Tommaso, lavoro come educatrice della prima infanzia e come Consulente del Portare. Mi appassiona il teatro e fare teatro è il modo che preferisco per raccontarmi e per narrare storie a bambini e adulti.

Come mamma e come educatrice, credo nella genitorialità a contatto‚ un modello culturale di alto valore educativo e sociale. Portare i bimbi è una scelta che trasforma l’educazione in un atto d’amore verso il piccolo e verso se stesse, donne e madri. Significa accudire i propri cuccioli e accompagnarli nel mondo, prepararli a percorrere in autonomia la strada che vorranno scegliere.


Dott.ssa Giorgia  Spano:

Dr.ssa in Biologia applicata alla Ricerca Biomedica e presidente di Rolling Mamas, associazione no profit per il sostegno alla genitorialità con fascioteca attiva sul territorio di Monza e Brianza dal 2013. Da 3 anni gestisce ed è contributor di www.rollingmamas.com, punto di riferimento web sul babywearing in ambito non commerciale.

Nel 2016, si certifica Istruttrice Portare i Piccoli.


Glores Sandri:

Sono Glores ho 44 anni e una formazione accademica in ambito storico artistico. La mia prima maternità mi ha offerto la possibilità di contattare profondamente me stessa attraverso l’esperienza del portare, aiutandomi a recuperare la relazione con mio figlio in seguito ad un travaglio molto lungo e ad un’esperienza di parto traumatico. Mi sono formata con Esther Weber nel 2013 presso la scuola Portare i Piccoli® certificandomi con una tesina dal titolo “Alle origini del portare: tra storia, mitologia ed iconografia”. In questi ultimi anni ho avuto il privilegio di accompagnare nel percorso del portare molti genitori e sono in continuo aggiornamento formativo attraverso la partecipazione a incontri, eventi e congressi nazionali ed internazionali che trattano il tema della nascita, del contatto, del portare e di uno stile di genitorialità consapevole e rispettoso del bambino. La mia seconda maternità -con un’esperienza di parto indisturbato e rispettato- ha risvegliato in me il desiderio di sostenere le donne e le famiglie in un percorso di in-formazione e consapevolezza rispetto ai temi di gravidanza, nascita e maternità. Ho recentemente intrapreso la formazione come Doula per acquisire le competenze e gli strumenti professionali necessari per stare accanto alle donne e alle madri, e poter dare alle donne un sostegno “su misura” per i loro bisogni. Sono consapevole che come figure professionali abbiamo il dovere di completarci acquisendo tutti gli strumenti e le possibilità per metterci in ascolto delle madri, in una relazione ogni volta diversa e singolare, che ci permetta di creare uno spazio protetto entro cui la madre e il neonato possano trovare forma, nel rispetto dei loro tempi e della storia che portano.

Dott.ssa Margherita Chiappini e Sarah Cinquini:
Dott.ssa Margherita  Chiappini, istruttrice e formatrice Portare i Piccoli®️ proveniente da Monteforte d’Alpone in provincia di Verona, laureata in scienze dell’educazione, successivo master in coordinamento d’impresa, matura esperienza negli anni come educatrice, mediatrice scolastica e tutor d’impresa con progetti mirati principalmente a contrastare il disagio sociale e all’ incontro e interazione con comunità straniere. Si forma in percorsi legati al maternage e al periodo perinatale.
Sarah Cinquini istruttrice e formatrice Portare i Piccoli®️, proveniente da Milano, ha una formazione scolastica superiore di dirigente di comunità,  da sempre impegnata nella gestione dell’attività di famiglia che le permette di elaborare competenze nell’approccio alla persona anche attraverso corsi mirati alla comunicazione.
Iniziamo entrambe a portare i nostri figli dopo aver frequentato un corso Portare i Piccoli® per genitori con Esther Weber, in annate differenti.
Il Portare diventa uno strumento per stare con i nostri bambini e, nel 2012, decidiamo di frequentare la formazione Portare i Piccoli® per diventare istruttrici.
In questa occasione ci conosciamo e da subito capiamo quanto ci accomuni l’amore per il portare. Durante l’anno di formazione, si instaura un rapporto stretto basato sulla stessa propensione all’approfondire i temi trattati, allo studio ed all’esercizio continuo. Negli anni successivi alla formazione, ognuna di noi si impegna molto attivamente sul proprio territorio attraverso l’attività di istruttrice portare i piccoli, maturando esperienza e mantenendo quella sete di formazione continua che ci spinge a regolari confronti ed approfondimenti sulla parte teorica e pratica del portare, nonché sulla propria esperienza come istruttrici.
Nel 2012 veniamo elette vicepresidente e presidente dell’Associazione culturale Portare i Piccoli e nel 2013 Esther Weber decide di passare la formazione Pip a noi due. Scegliamo di strutturare un nuovo percorso formativo, una scuola per operatori, investendo in un approccio multidisciplinare e coinvolgendo altri cinque docenti che lavorano con noi.

Centro Ostetrico, Ginecologico e Pediatrico interamente dedicato alla salute e cura del bambino e della donna in tutte le età e in tutte fasi più importanti del suo ciclo vitale: la nascita, l’infanzia, l’adolescenza, l’età fertile, il concepimento, la gravidanza, la maternità, la menopausa.

 

Programma Convegno: consulenti e operatori

Responsabile Scientifico: Dott.ssa Antonella Gennatiempo

Sviluppo professionale continuo per i professionisti del Babywearing

Il primo convegno italiano sul Babywearing ha come scopo quello di riunire e aggiornare gli operatori del settore quali personale sanitario, medici, infermiere pediatriche, ostetriche, consulenti, istruttrici, ricercatori, fisioterapisti, educatori, doule, adetti alla nascita e sensibilizzare genitori, educatori, e tutto il personale che ruota attorno alla nascita.

Sono previsti workshop e conferenze con l’intervento di grandi nomi sugli studi sul babywearing e della Canguroterapia come la Dott.ssa Evelin Kirkilionis e Prof. Agostino, dimostrazioni, gruppi di lavoro dedicati, esposizioni di prodotti da parte delle più rinomate ditte produttrici di supporti ergonomici, esibizioni artistiche e una mostra temporanea visitabile per tutta la durata dei lavori.

  • incontri informativi rivolti a tutti coloro che si vogliono avvicinare alla pratica del portare: genitori ma anche nonne, zie, cugini, puericultrici.
  • incontri informativi rivolti a personale sanitario.
  • corsi formativi per avvicinarsi alla pratica del portare rivolti a genitori nonne, zie, ecc.: portare con la fascia elastica, portare con la fascia di tessuto, portare con la ring sling, portare col mei tai, portare con la pounch sling, portare con marsupi ergonomici
  • corsi formativi per avvicinare alla pratica del portare e alla Canguroterapia il personale sanitario e operatori della nascita con rilascio di crediti ECM

I workshop sono prenotabili. Vi verrà inviato il link per le prenotazioni dalla segreteria ad iscrizione effettuata.

Se preferisi puoi scaricare il programma completo in PDF cliccando qui.

 

28/29/30

Aprile

 

Sala Minerva + Venere

(Piano terra)

Sponsor (clicca per visitare la pagina degli sponsor)

Sala Catullo

(Piano terra)

Sala Nursery – Sapzio Ossitocinico con angolo allattamento/cambio pannolino –  luogo morbido – ricreativo in eventi

Uno spazio a misura di essere umano, caldo, morbido, accogliente e rifocillante. In cui adulti e bambini/e si possano rilassare, trovare assistenza e informazioni utili, giocare insieme, partecipare a conferenze o laboratori ispirati al concept di Dimensione Ossitocina.

Non un comune spazio bimbi, ma ben altro un luogo dove bambini/e e grandi possano ritrovare il loro piacere di stare insieme attraverso lo stare semplicemente, oppure attraverso le attività proposte, o che nascono spontaneamente.

Vogliamo andare oltre il luogo comune che nella nostra società divide le persone per fasce di eta in piccole comunità chiuse {scuole, posti di lavoro, casa di riposo} in cui le relazioni umane sono limitate alle persone della stessa categoria, per poter sperimentare nella semplicità un altro mondo possibile.

Un luogo di incontro, di conforto, di scambio, di informazione e sperimentazione. Uno spazio allestito in modo flessibile adattato all’occasione dellevento (convegni, corsi, festival, lavori personali trasformativi).

Possono trovar rifugio mamme che allattano, bimbi/e che vogliono giocare, papà curiosi, nonni e nonne, adulti di ogni età che vogliono rilassarsi e rifocillarsi curiosando tra qualche libro, trovando accoglienza dalle/i custodi dello spazio e i baby-esistere.

Per saperne di più clicca qui

La sala nursery prevede contributo giornaliero di 20€ (30€ per più di un bambino) da pagare in cash al convegno

 

Sala Diana + Flora

(Piano terra)

Plenarie e grandi workshop

 

Programma

28 Aprile

Plenarie

Sale:

Diana + Flora

Piano Terra

 

09.00 – 09.30 Benvenuto e Registrazione dei partecipanti
09.30 – 10.00
Dott.ssa Antonella Gennatiempo: Apertura Convegno 1° edizione 2018 – Saluti introduttivi
10.00 – 11.00
Prof. Rocco Agostino: “La Marsupioterapia: (metodo Canguro) l’accoglienza e la proiezione

La marsupio terapia, chiamata anche metodo Canguro, nata a Bogotà per mancanza di incubatrici!, è stata introdotta in Italia nel 1987 da Rocco Agostino, all’epoca ricercatore della clinica Pediatrica dell’Università “Sapienza” di Roma, con l’obiettivo di offrire ai neonati prematuri tutta la sensorialità della propria mamma e alle madri la possibilità di recuperare quel rapporto con il proprio bimbo così bruscamente e traumaticamente interrotto con la nascita pretermine.

11.00 – 11.05 Esperienze in pillole degli esperti aziendali: BUZZIDIL
11.05 – 12.30
Apertura area sponsor con coffee break offerto dalla scuola
12.30 – 14.00 Pausa Pranzo
14.00 – 15.30
Dott.ssa Alessandra Bortolotti: “Gli ultimi studi di epigenetica e PNEI confermano che l’accudimento prossimale è una buona pratica di salutogenesi nonostante i pregiudizi della nostra cultura”

Incontro informativo e di condivisione di ricerche scientifiche rivolto a professionisti del settore perinatale sui temi dell’accudimento prossimale.

15.30 – 15.35

Esperienze in pillole degli esperti aziendali: Neko

15.35 – 16.15 Coffee break
16.15 – 17.15
Willi Maurer “Imprinting : una Chiave per il ben-essere”

Il portare come potenziale di guarigione e di prevenzione della depressione post-partum. Con il contatto plurisensoriale pelle a pelle indisturbato tra madre e neonato dopo la nascita, si risveglia un istinto materno che crea in entrambi senso di appartenenza e capacità di amare

17.15 –17.20 Esperienze in pillole degli esperti aziendali: Limas Baby
17.20 – 17.45
Pièce teatrale di Marika Cazzaniga: “Solo Io Tua”
19.00 Chiusura Convegno

 

Programma generale

29 Aprile

 

09.00 Apertura Convegno
09.30 – 10.15 Workshop
10.15 – 11.00 Coffee Break
11.00- 11.45 Workshop
12.00- 14.30 Pausa Pranzo
14.30- 16.00

Sala Diana + Flora

Dott.ssa Evelin Kirkillionis: PLENARIA – Babywearing – un modello filogenetico per l’infanzia e i suoi effetti nei tempi di oggi. Studi inediti per la prima volta in Italia.

Il Babywearing, la cui storia si intreccia dai secoli scorsi fino ai giorni nostri, è molto di più del ritorno in voga di una pratica culturale ancestrale. Portare i bambini è una pratica di accudimento infantile filogenetica profondamente ancorata nei tratti genetici dell’essere umano. Il portare ed il contatto hanno effetti importanti sia sui bambini che sui genitori. È fondamentale nella relazione genitore-figlio durante le diverse tappe dello sviluppo fisico e mentale del bambino. Il cucciolo di uomo e sua madre costituiscono un particolare modello di accudimento che costituiscono il così detto modello HCG. Questo modello filogenetico sottolinea l’importanza del Babywearing, ma ne evidenzia anche i suoi aspetti problematici nelle famiglie contemporanee

16.00-16.05

Sala Diana + Flora

Esperienze in pillole degli esperti aziendali: Sauvenix – Lancio nuova fascia elastica

16.05-16.30 Coffee Break
16.30-17.15 Workshop
17.30-18.15 Workshop
19.00 Chiusura Convegno

 

Questo simbolo indica i workshop prenotabili anche dai genitori

 

Workshop

29 Aprile

Sala Seneca

Primo piano

 

9.30 – 10.15

Dott. Guido Viola – Pelle Strumento d’amore: ricerche ed esperienze

Andremo ad indagare e vedere la pelle come un organo neuroendocrino capace di produrre ormoni e quindi modulare attraverso il portare la produzione ormonale e l’amore familiare. Un viaggio nell’ uomo sociale attraverso la superficie maggiore del nostro corpo.

11.00 – 11.45

Dott.ssa Veronica Ghiglieri e Dott.ssa Antonella Gennatiempo – Scuola del Portare® – Babywearing , plasticità sinaptica e Re-Bonding.

Come gli stimoli esterni influiscono sullo sviluppo del nostro cervello e possono permettere una rielaborazione di ferite emotive. Il BW può influire su un cambiamento dei MOI (modelli di attaccamento)? Riflessioni e condivisione di ricerche.

16.30 – 17.15

Arie Ann Brentnall (Compton, Canadian Babywearing School) – Salute pubblica e impatto sociale del babywearing.
17.30 – 18.15

Dott. Guido Viola – Quando il Babywearing incontra le Esigenze Speciali: Osteopatia Neonatale e Babywearing, binomio possibile?

Un viaggio nell’ osteopatia neonatale e sul concetto di olismo. andremo a comprendere come il babywearing può essere di aiuto nella risoluzione delle principali disfunzioni somatiche neonatali e viceversa.

Un incontro esperienzale ricco di aneddoti e emozioni da condividere. piccole curiosità e informazioni che possono essere la chiave di volta sul saper portare nei casi di bisogni speciali

 

Workshop

29 Aprile

Sala Ovidio

Piano terra

 

9.30 – 10.15

Emanuela Petrotto – Scuola del Portare® –  Il babywearing on line: pro e contro della comunicazione digitale

Video tutorial, blog, canali youtube, articoli online: si parla di (e si fa) babywearing ovunque e in qualsiasi modo nel web: è un bene o un male? Scopriamo insieme come, dove, quando è meglio parlarne e cosa è meglio dire e perchè.

11.00 – 11.45

Dott.ssa Noemi Garavagno – Scuola del Portare®  Esercizi decompressivi per portare meglio e più a lungo

Workshop pratico. Scopriremo insieme quali sono le strutture che vengono sottoposte ad un maggiore carico e come possiamo dare sollievo attraverso esercizi di allungamento e rinforzo specifico: sia con i bambini in fascia sia a corpo libero.

16.30 – 17.15

Emanuela Petrotto Scuola del Portare® – Brand Identity: tra “tone of voice” e altre strategie per la creazione della propria identità digitale.

Cosa significa Brand Identity? Cosa è il Tone of Voice? Perchè bisogna saperlo? E come si deve agire online per essere coerenti e coesi e far avvicinare a noi sempre nuove persone? Parliamone insieme!

17.30 – 18.15

Martina CarabettaIBCLC: Allattare nell’Homo Sapiens Sapiens: come l’allattamento corrisponde alle aspettative di specie.

Uno dei motivi principali per cui oggi ancora abbiamo tante difficoltà ad allattare e a incoraggiare l’allattamento, è che ancora pensiamo all’allattamento come a una modalità di alimentare il lattante. Allattare, per le sue caratteristiche, offre a madre e bambino molte più ragioni e vantaggi che soddisfano a 360° le esigenze di crescita della diade, affinchè il bambino possa svilupparsi nel pieno delle sue potenzialità.

 

Workshop

29 Aprile

Sala Properzio

Piano terra

 

9.30 – 10.15

Nayelli Zabaleta – Scuola del Portare® – Il Rebozo: trama portatrice di cultura.

Laboratorio dedicato alla storia, usi e costumi del rebozo, strumento per eccellenza della donna messicana. Si presenteranno diversi tipi di rebozo e si parlerà della loro utilità come accessorio che accompagna la donna nel corso della sua vita.

11.00 – 11.45

Dott.ssa Carlotta Pino – Scuola del Portare®- Reflusso e Babywearing

Un workshop non solo per le consulenti del portare ma aperto anche a tutti i professionisti dove si incontra l’importanza di trovare strategie per garantire l’autonomia  della diade quando è presente il RGE nelle attività di vita quotidiane.

16.30 – 17.15
Susanne Greiner – Scuola ClauWi® – Elementi della fisica del Portare

Come consulente trasmettiamo come portare bene il proprio bambino. Spesso ci concentriamo molto al risultato finale da raggiungere e sul come raggiungerlo. Questo workshop invece cerca di evidenziare il perché. Analizziamo basi come grammatura, grip, elasticità, baricentro, aderenza, pressione, equilibrio di forza e azione della leva dal punto di vista della fisica applicandole immediatamente a fascia e marsupio. Interiorizzare certi perché aiuta spesso a capire perché una diade non va d’accordo con una determinata legatura o perché oltre al risultato la via per raggiungerlo è fondamentale.

17.30 – 18.15

Dott.ssa Noemi Garavagno – Scuola del Portare® – Perineo, postura e babywearing

Questo workshop nasce dalla riflessione sull’importanza della corretta postura nel babywearing, in rapporto al perineo delle neo-mamme. Il pavimento pelvico nel diretto postparto, si trova in una condizione di distensione e debolezza. È importante apprendere alcuni accorgimenti posturali per evitare pressioni eccessive e sovraccarichi su di esso. Analizzeremo insieme come questi piccoli cambiamenti possono fare la differenza nel prevenire problematiche perineali.

 

Workshop

29 Aprile

Sala Tibullo

Piano terra

 

9.30 – 10.15
Elisa Valzan – Scuola del Portare® – Poppin’s

Legatura sul fianco per chi ha già una buona manualità e adatta a bimbi dai 3/4 mesi (da quando sorreggono la testolina).

11.00 – 11.45
Dott.ssa Selene Militello e Giorgia De Antonio – Scuola del Portare® – Fascioteca Aperta

Scopriamo insieme come realizzarla, come gestirla e cosa succede durante gli incontri coi genitori.

16.30 – 17.15

Flavia Minet – Tessitrice e Consulente del Portare: Come nasce una fascia HomeMade.

Dal progetto al tessuto finito,. Breve introduzione alla tessitura, dai telai da tavolo al telaio a pedali, necessario per tessere una fascia. Ordito e trama, cosa sono e come si intrecciano. Infine possibilità di sperimentare telaio a 4 licci da tavolo.

17.30 – 18.15
Dott.ssa Francesca Furino – La volontà di comunicare “sostegno”: L’importanza della Comunicazione nell’ambito della Consulenza in Babywearing.

Questo laboratorio intende far prenderemo contatto con la nota caratteristica, e distintiva, delle proprie competenze di comunicazione per migliorare empatia ed efficacia dei propri interventi di sostegno.

Attraverso il modello psicosintetico svolgeremo un processo esperienziale, auto-tras-formativo per gestire la relazione con il genitore in consulenza, concentrandoci su come promuovere l’empowerment personale e genitoriale.

 

Workshop

29 Aprile

Sala Aristotele

Primo Piano

 

9.30 – 10.15
Dott.ssa Selene Militello – Scuola del Portare® Ring Ring: Tutte pazze per gli anelli (No Sew ring sling, Xena finish per legature sulla schiena)

Colorati, divertenti ma soprattutto funzionali. Gli anelli possono aiutarci a realizzare finish e legature comode, sfruttando fasce corte e aumentando la versatilità di alcune legature sulla schiena

11.00 – 11.45
Chiara Venturoli – Scuola del Portare® – Half Jordan’s Back Carry
Legatura sulla schiena con taglia corta (tg.3 e/o tg. 4); avanzato per bambini già portati e genitori con ottima manualità; età consigliata: dai 9-12 mesi (bambini che già gattonano e stanno per camminare, sviluppo completo delle anche e del tronco); due passaggi sulla schiena del bambino per un supporto maggiore; fascia corta per un uso occasionale (sali-scendi).
16.30 – 17.15

Dott.ssa Paola Andrisani – Scuola del Portare® – Maternage e metissage: la cultura universale del “contatto” attraverso i processi migratori.
17.30 – 18.15
Dr. Stefanie Eckstein & Svenja Pahl –  Trageschule Hamburg® – Veloce e facile: la nuova pre-annodata canguro pancia a pancia.

 

Workshop

29 Aprile

Sala Cicerone

Primo Piano

 

9.30 – 10.15
Chiara Venturoli – Scuola del Portare® – Shepherd’s Back Carry
Legatura sulla schiena con taglia corta (tg.3 e/o tg. 4); avanzato per bambini già portati e genitori con ottima manualità; età consigliata: dai 9-12 mesi (bambini che già gattonano e stanno per camminare, sviluppo completo delle anche e del tronco); due passaggi sulla schiena del bambino per un supporto maggiore; fascia corta per un uso occasionale (sali-scendi).
11.00 – 11.45
Manuela Maestrello e Adele Ricci – Scuola del Portare®  Mondo Mei-tai – Il buon Mei-Tai

Caratteristiche di un buon mei Tai e differenze di modelli e taglie. Pregi e difetti del mei tai, visione dei diversi tipi di mei tai. Come indossare il mei tai .

16.30 – 17.15
Dott.ssa Francesca Furino – La volontà di comunicare “sostegno”: L’importanza della Comunicazione nell’ambito della Consulenza in Babywearing.

Questo laboratorio intende far prenderemo contatto con la nota caratteristica, e distintiva, delle proprie competenze di comunicazione per migliorare empatia ed efficacia dei propri interventi di sostegno.

Attraverso il modello psicosintetico svolgeremo un processo esperienziale, auto-tras-formativo per gestire la relazione con il genitore in consulenza, concentrandoci su come promuovere l’empowerment personale e genitoriale.

17.30 – 18.15
Susanne Greiner e Christina Curreli – Scuola ClauWi® – Evoluzione del Marsupio ergonomico

Il mercato dei marsupi ergonomici sta cambiando rapidamente. Negli ultimi 5 anni è diventata una vera e propria giungla. Facciamo il punto su trend recenti del mercato, sulle differenze fra marsupi ergonomici attualmente in commercio e indagheremo che cosa conviene tenere in fascioteca per dare una vera overview delle tipologie di marsupio ergonomico presenti sul mercato senza spendere un patrimonio.

 

Workshop

29 Aprile

Sala Omero

Primo Piano

 

9.30 – 10.15
Petra Wilhelm – Scuola ClauWi® – Germania – Kangaroo Carry
11.00 – 11.45
Elisa Valzan – Scuola del Portare® – Ring Ring: Tutte pazze per gli anelli

(X semplice FCC, Robin’s Hip Carry)

Perché usare gli anelli ? Perché sono colorati, divertenti e permettono di usare fasce più corte.

16.30 – 17.15
Adele Ricci – Scuola del Portare® – Christina’s Ruckless Back Carry

Legatura multi-strato per portare i bambini sulla schiena particolarmente indicata per coloro che non amano la sensazione data delle spalline della Rucksack Carry.

17.30 – 18.15

Marie Mattei – Marylin Segat Formatrici da Francia e Belgio – Metodo RMT ®

L’RTM si basa sullo studio e il ruolo dei movimenti spontanei che fanno i neonati nei differenti stadi di sviluppo: durante la vita intrauterina, alla nascita, durante i primi 6 mesi, poi durante la fase del gattonare, e quando poi cominciano a camminare. Attraverso questi movimenti, il bambino impara a applicare la giusta tensione muscolare. Se il neonato non riesce a regolare la meccanica muscolare fra le diverse parti del corpo, può provocare delle compensazioni, ostacolare la circolazione sanguigna e gli scambi di gas. Potrà sentire dopo il dolore. La scoperta dei riflessi arcaici legati al portare in fascia. L’Impatto sullo sviluppo motorio ed emozionale.

 

Workshop

29 Aprile

Sala Pindaro

Primo Piano

 

9.30 – 10.15

Janie Vachon-Robillard   – Porter la vie – Québec – America – La semplicità a servizio della diffusione del portare fisiologico.

In tutto il mondo, il portare è semplice: di solito un solo tipo di supporto per ogni comunità, utilizzato in una o due posizioni al massimo. Il portare fisiologico è uno strumento valido per sostenere lo sviluppo ottimale del neonato ed è importante che diventi una pratica quotidiana. Osserveremo anche cosa aiuta e nuoce alla diade genitore-figlio nella scoperta e nella gestione di una posizione fisiologica, come semplificare il tutto ai genitori affinché si sentano rapidamente a loro agio nel praticare il portare. Infine realizzazione di un’amaca semplice sul fianco con fascia corta e/o una ring.

11.00 – 11.45

Marylin Segat e Ingrid van den Peereboom – Consulenti e formatrici da Francia e Belgio – Portare in fascia con una X semplice. Passare al fianco e allattamento.

Uso del supporto del foto linguaggio nelle consulenze (dal libro di Ingrid van den Peereboom)

16.30 – 17.15
Margherita Chiappini e Sara Cinquini – Formatori Portare i Piccoli® – Il Portare: un viaggio nella relazione. Uno strumento su misura. Il ruolo dell’operatore

Parleremo dei tempi del bambino e delle tappe dello sviluppo nella relazione con il genitore sottolineando il passaggio alle varie posizioni del Portare: davanti, fianco e dietro. Parleremo di come le varie figure professionali possano agevolare questa realtà.

 

Per i workshop tecnici è necessario una propria bambola didattica. Per chi non ne avesse una, durante il Convegno avremo il piacere di avere dalla Germania lo stand con la nostra produttrice storica di bambole da 10 anni, con cui abbiamo avuto il piacere di introdurle in Italia fin dal 2008 : Renate Puppenstube.

I Workshop Tecnici sono aperti solo a chi ha un esperienza di livello avanzato con la fascia.

 

Programma Convegno: genitori

Responsabile Scientifico: Dott.ssa Antonella Gennatiempo

“Il Babywering è di tutti!”

Siamo lieti di poter condividere che la giornata dei genitori è completamente gratuita, grazie alla generosità degli sponsor. Vi invitiamo a partecipare in tanti a questo giorno di RADUNO e di Festa per tutti i Babywearer d’Italia.

Per partecipare alla giornata chiediamo di prenotarvi sul sito per garantire la miglior organizzazione e accoglienza possibile.

Ad attendervi ci sarà la possibilità di partecipare ad un workshop la mattina ( da scegliere e prenotare) e a seguire plenaria, rappresentazioni teatrale e tanti stand con Aziende che arrivano dall’estero per la prima volta in Italia e che portano offerte uniche per i partecipanti.

Ricordiamo che per i genitori c’è la possibilità di partecipare anche ad una oppure ambedue giornate precedenti (28/29 Aprile) se interessati ad approfondire aspetti teorici e scientifici che sono alla base del Babywearing.

Per prenotare i workshop desiderati vi verrà inviato il link per la prenotazione dalla segreteria ad iscrizione effettuata.

Max 4 workshop teorici il 29 aprile(il 29 aprile i genitori possono prenotarsi solo ai workshop teorici contrassegnati da questo simbolo )

1 workshop il 30 aprile.

Le plenarie e la pièce teatrale sono aperte a tutti e non occorre prenotarle.

Se preferisi puoi scaricare il programma completo in PDF cliccando qui.

 

Sala Catullo

(Piano terra)

Sala Nursery – Sapzio Ossitocinico con angolo allattamento/cambio pannolino –  luogo morbido – ricreativo in eventi

Uno spazio a misura di essere umano, caldo, morbido, accogliente e rifocillante. In cui adulti e bambini/e si possano rilassare, trovare assistenza e informazioni utili, giocare insieme, partecipare a conferenze o laboratori ispirati al concept di Dimensione Ossitocina.

Non un comune spazio bimbi, ma ben altro un luogo dove bambini/e e grandi possano ritrovare il loro piacere di stare insieme attraverso lo stare semplicemente, oppure attraverso le attività proposte, o che nascono spontaneamente.

Vogliamo andare oltre il luogo comune che nella nostra società divide le persone per fasce di eta in piccole comunità chiuse {scuole, posti di lavoro, casa di riposo} in cui le relazioni umane sono limitate alle persone della stessa categoria, per poter sperimentare nella semplicità un altro mondo possibile.

Un luogo di incontro, di conforto, di scambio, di informazione e sperimentazione. Uno spazio allestito in modo flessibile adattato all’occasione dellevento (convegni, corsi, festival, lavori personali trasformativi).

Possono trovar rifugio mamme che allattano, bimbi/e che vogliono giocare, papà curiosi, nonni e nonne, adulti di ogni età che vogliono rilassarsi e rifocillarsi curiosando tra qualche libro, trovando accoglienza dalle/i custodi dello spazio e i baby-esistere.

Per saperne di più clicca qui

La sala nursery prevede contributo giornaliero di 20€ (30€ per più di un bambino) da pagare in cash al convegno

 

Sala Minerva + Venere

(Piano terra)

Sponsor (clicca per visitare la pagina degli sponsor)

 

Programma 30 Aprile

 · Mattina ·

 

WORKSHOP – Piano Terra

10.30 – 12.00

Sala Properzio

10.30 – 11.15

Elena Alessandra Zo Ideatrice di Danza Cuore a Cuore™ e CDP ®: “Sessione di Danza Cuore a Cuore”

Il laboratorio sarà una Esperienza di danza col proprio piccolo, per mamme in attesa e neomamme in fascia o altro supporto ergonomico, che coinvolgerà nella sua totalità la diade, a partire dall’anima fino ad arrivare al corpo, in una lunga conversazione di cuori tra la mamma e il proprio bebé. Per partecipare non è necessaria alcuna esperienza nella danza. Portare tappetino con sé per rilassamento finale.

  • La sessione è preceduta da un piccola supervisione e sostegno da parte delle CDP® che vi sosteranno nel posizionare il bebè in modo sicuro e confortevole.
Sala Properzio

11.15 – 12.00

Mariella e Daniela Istruttrici Kangatraining®: “SESSIONE KANGATRAINING”

Aerobica leggera per mamme e i loro bebè portati in fasce, mei tai e marsupi ergonomici. Un workout in tutta sicurezza e ricco di divertimento.

  • La sessione è preceduta da un piccola supervisione e sostegno da parte delle CDP® che vi sosteranno nel posizionare il bebè in modo sicuro e confortevole.
Sala Tibullo

10.30 – 12.00

Sara Gencarelli Consulente SDP® e Doula: “ STORIEDIFASCIA

Uno speciale cerchio di donne dove ci ritroveremo avvolte da una fascia tessuta da fili d’amore, di contatto, di avventura, di coccole. Potremo condividere le nostre esperienze sul portare, dissipare i nostri dubbi, raccontare i nostri sogni accarezzando il pancione.

Sala Diana

10.30 – 12.00

Flavia Splendore, Paola Battistini e Sara Gagliano – Ostetriche del Centro Woman Care di Roma: “Alimentazione del neonato: dall’allattamento allo svezzamento”
Sala Catullo

10.30 – 12.00

Marika Cazzaniga Consulente SDP® ed educatrice: “Coltivare l’autonomia dei bambini attraverso una pratica a contatto,  orientata dall’osservazione e all’ascolto dei bambini stessi”

 

WORKSHOP – Primo Piano

10.30 – 12.00

Sala Aristotele  Glores Sandri – di formazione Portare i Piccoli®️ 

La Double Hammock come accompagnamento alla fine del percorso portato

Sala Cicerone Sabrina Pietrini – Formatrice SDP® e CDP ® – La Robin’s

“Il passaggio cruciale dal non verbale al verbale …io ti “presento” il mondo – la fase dell’”esperienza condivisa” e dell’accompagnare il bimbo nella fase verbale.

Sala Pindaro Elisa Valzan – Formatrice in formazione SDP® e CDP® – “Passione Marsupi”

Quale marsupio devo comprare fra i ‘mila’ modelli? Quando sarà pronto il mio bimbo per poterlo utilizzare?

Quali sono i migliori marsupi? Regolabile o no? Posso passare già al toddler?

E’ posizionato correttamente? Posso metterlo sulla schiena da sola???

Queste e molte altre domande finalmente avranno una risposta o almeno ci proveremo!

Sala Omero Manuela Maestrello: Consulente SDP ® e Gruppo tecnico SDP®: “Il buon Mei Tai”

– introduzione , caratteristiche di un buon mei Tai – differenze di modelli e taglie – come acquistare un buon mei tai

– visione dei diversi tipi di mei tai – come indossare il mei tai – domande.

Sala Seneca Giorgia  Spano – Istruttrice certificata e associata  Portare i Piccoli®; Blogger

Portare davanti per incontrarsi e conoscersi; portare sul fianco per dare spazio al dialogo già dai primissimi mesi di vita e portare dietro per camminare insieme, guardando il mondo dallo stesso punto di vista. Il portare è un percorso in continua evoluzione che accompagna le fisiologiche modificazioni della relazione tra portato e portatore, in ascolto dello sviluppo psicofisico del bambino.

 

Programma 30 Aprile

 · Pomeriggio ·

 

PLENARIE – Primo Piano

Sala Diana + Flora

14.30 – 16.00

Dott.ssa Bortolotti: “Vizi e pregiudizi della nostra cultura sull’accudimento basato sul contatto.”

Un incontro per genitori che vogliono confrontarsi sulle più attuali ricerche che riguardano l’accudimento prossimale e lo sviluppo dei bambini nella relazione con loro. Sfateremo i più comuni pregiudizi della nostra cultura circa il contatto.

Sala Diana + Flora

16.00 – 16.30

Marika Cazzaniga Consulente SDP® ed educatrice : Pièce teatrale: “Solo Io Tua”

 

Clicca qui per conoscere i professionisti che conducono i Workshop

Biglietti di ingresso e servizi

Il biglietto per Consulente o Operatore consente l’ingresso per i giorni 28 e 29 aprile 2018. È incluso un totale di 4 workshop a numero chiuso e 4 sessioni di plenarie da seguire nei due giorni del convegno. La scelta dei workshop (fino ad esaurimento posti) avverrà in una seconda fase.

15 crediti ECM sono inclusi nel biglietto per operatori ed opzionali (+30€) per consulenti.

Il biglietto consente l’ingresso ad un genitore o ad una famiglia (max 2 adulti e 2 bambini) per il giorno 30 aprile 2018. La scelta dei workshop (fino ad esaurimento posti) avverrà in una seconda fase.

La giornata del 30 Aprile è gratuita, ma occorre prenotarsi ugualmente perché i posti sono limitati.

 

 

Il termine per la prenotazione dei pasti è scaduto. Vi invitiamo a provvedere autonomamente.

 

 

 

L’hotel Holiday Inn Rome Eur Parco dei Medici ha riservato un prezzo speciale agli utenti del Convegno Babywearing. Riceverai un codice sconto da fornire all’hotel al momento della prenotazione. Tale sconto sarà spendibile per soggiorni a partire  dal 25 Aprile  e fino al  1 Maggio.

In fase di acquisto, ti preghiamo di riportare nelle note il giorno di check-in e check-out, il tipo di camera (singola/doppia) e il numero di persone che pernotteranno presso l’hotel Holiday Inn Rome Eur Parco dei Medici.

La prenotazione dovrà essere effettuata tramite il sito dell’hotel, i dati da noi raccolti non valgono come tale.

  • Sono ammessi massimo 2 adulti e 2 bambini per camera
  • Le camere hanno due letti Queen Size (poco più piccoli dei matrimoniali)
  • Bambini in camera con i genitori fino a 12 anni: GRATUITI
  • Da 12 a 18 anni: supplemento di € 10,00
  • Colazione inclusa

 

Compila il modulo di iscrizione e ti contatteremo con la conferma e le info per il pagamento.

 


Quanto costa un biglietto?*

*I prezzi della tabella non comprendono l’Aliquota Cooperativa Sociale pari al 5%.

 

Per ulteriori informazioni scrivici un’email ai seguenti indirizzi: 

Consulenti,  operatori e genitori

preiscrizione@scuoladelportare.it  (pasti, programma nursery, pernottamento, etc…).


Aziende e negozi

convegnobabywearing@scuoladelportare.it (sponsorship e altro)


Giornalisti e Blogger

stampa@scuoladelportare.it (accrediti stampa, etc…)

Parlano di noi

Clicca qui per accedere alla rassegna stampa.

 

Informazioni per i giornalisti

I giornalisti interessati alla copertura stampa del convegno possono richiedere l’accredito per partecipare ai lavori in tutte e tre le giornate della manifestazione.

Per accreditarsi è necessario compilare il presente form indicando i dati del giornalista che parteciperà all’evento e della testata giornalistica di riferimento. L’organizzazione si riserva comunque il diritto di verificare le attestazioni dell’attività giornalistica svolta per il rilascio dell’accredito.

[av_button label=’Compila il form’ link=’manually,https://goo.gl/forms/1dANQBYw5M2Tgi3S2′ link_target=’_blank’ size=’large’ position=’center’ icon_select=’yes’ icon=’ue840′ font=’entypo-fontello’ color=’theme-color’ custom_bg=’#444444′ custom_font=’#ffffff’ admin_preview_bg=”]

Durante il convegno sarà possibile svolgere interviste e riprese video. Per agevolare il lavoro di tutti, è consigliabile fissare in anticipo data e ora di eventuali interviste ai relatori presenti alla manifestazione contattando l’ufficio stampa della Scuola del Portare.

Per qualsiasi informazione relativa alla manifestazione, vi invitiamo a contattarci!

Informazioni per i blogger

Hai un blog che parla di genitorialità sostenibile e a contatto e vuoi dare copertura ai lavori del convegno? Ti invitiamo a contattarci inviandoci il tuo media kit e una breve lettera di presentazione per raccontarci perché ti piacerebbe partecipare e come vorresti raccontare quello che accadrà durante la manifestazione.

Ufficio Stampa Scuola del Portare

Silvia De Bernardin

stampa@scuoladelportare.it

Cell. 340 29 15 847

Platinum Sponsor e Partner:

Un mensile per cambiare se stessi ed il pianeta

 

Gold Sponsors

 

Silver Sponsor